martedì 23 giugno 2015

Cercine, ovvero Ciambella regale con ciliegie




Da Garia che la mangiò dall'amica Anna, se ne invaghì, aspettò un anno le belle ciliegie, la cucinò, e grazieaddio ce la passò. E' una ricetta interessante, che fa del peso delle uova l'unità di misura. Potenzialmente si può ingigantire fino alla felicità di Gargantua, ma anche rimpicciolire fino alla gioia di Alice miniaturizzata. E' soffice, morbida, burrosa, ma la qualità viene data dall'incontro con la molto succosa ciliegia.

Lavare e denocciolare 500g di ciliegie (che siano opulente, grandi, succose) e metterle ad asciugare su carta da cucina.

Pesare 4 uova con tutto il guscio: il loro peso determina anche quello della  farina, dello zucchero e del burro. Quindi pesate le uova, e poi pesate con lo stesso peso gli altri tre ingredienti.

Setacciare la farina insieme a una bustina di lievito.

Ammorbidire il burro a temperatura ambiente e lavorarlo insieme allo zucchero fino a ottenere un composto chiaro e spumoso.

Le uova vanno sgusciate separando i tuorli dagli albumi. I rossi vanno amalgamati al composto di burro e zucchero. Poi va aggiunta un po' alla volta la farina.
 
Gli albumi vanno montati a neve ben ferma e poi vanno incorporati al composto precedente, mescolando delicatamente.

Ora aggiungete con garbo le  ciliegie.

Una volto pronto, l'impasto va versato in uno stampo ad anello precedentemente imburrato e infarinato.

In forno già caldo a 180 gradi per 40 minuti.

Far riposare per 20 minuti fuori dal forno.

Accompagnare con gelato alla vaniglia o panna fresca, altrimenti abbandonatevi a ricche colazioni mangiandola tal quale.




14 commenti:

oriano mambelli ha detto...

scusa Artè ma quale è il rapporto fra uova farina zucchero etc? niente lievito?
grazie
morena

giulia pignatelli ha detto...

Fatta diversi anni fa, non so se proprio uguale ma ricordo che fosse 4/4. Buona!

artemisia comina ha detto...

pesa le uova: metti siano 150g, fai 150g di farina, 150g di zucchero, 150g di burro.

una bustina di lievito, c'è scritto, solo che non è in grassetto, rimedio.

artemisia comina ha detto...

giulia, mi sa che oggi provo con albicocche.

qbbq ha detto...

Io ne facevo una identica ma con lamponi (a volte usando anche una parte di fioretto di mais, sul modello amor polenta). Queste pound cake/quattro quarti come le metti le metti sono sempre ottime. Il mese scorso ne feci una vittoriana con semi anice, molto buona.
S

artemisia comina ha detto...

l'ho rifatta con le albicocche, buonissima anche questa!

Natale Madeo ha detto...

Salve
la mia non si è cotta. Dentro è rimasta morbida. forse 40 minuti sono pochi?

questo Blog è splendido.

grazie

artemisia comina ha detto...

Natale, misteri di forni e delle loro differenze! ma la parola morbida e non poco cotta farebbe ben sperare....è una ciambella morbida....

ps: grazie :)

losmogotes ha detto...

squisita, perfetta, e già finita. (domani tocca a quella con le albicocche, eh!!) .....l'ho fatta dentro nel "fornetto tipo versilia", così la casa rimane fresca... che non è male in questi giorni estivi. sempre 40 min, su un fuoco medio tenuto al minimo. ciao, patrizia

losmogotes ha detto...

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=1612850718957876&set=pcb.1612850872291194&type=1&theater
e grazie, della ricetta...!

artemisia comina ha detto...

uhm il link non mi conduce in qualche luogo, ma immagino sia il cercine? è una foto su FB? sei anche lì?

losmogotes ha detto...

si, il link dovrebbe mandarti al fb, con la foto della mia torta, e il link al tuo blog.
https://www.facebook.com/profile.php?id=100006988906899
provo così...?

artemisia comina ha detto...

non funziona ;) io sono su FB come Artemisia Comina. Tu? Losmogotes non mi pare ci sia.

losmogotes ha detto...

ti ho trovata, adesso ti "seguo". io sono patrizia alodnarim su fb. forse potrai guardare la famosa foto della torta (che ormai è solo un ricordo..e anche quella con le albicocche, ancora più buona!!!!)
ciao, a presto!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...