martedì 30 dicembre 2014

Cuore con mousse di cioccolato e mincemeat



Di Artemisia 

Avevo da un po' un barattolo di mincemeat che volevo cominciare a usare, di sapore davvero molto rilevato. Inoltre,  avevo anche un po' di questa mousse al cioccolato e marmellata; si fa come viene detto qui dove diventa una fondente torta;  in questo caso invece si usa come farcia, non sformadola e prendendola direttamente a cucchiaiate dalla teglia. Unisci, disse la mente fervida. Unii.

Frolla:  50g di cioccolato fondente triturato finemente nel mixer insieme a 80g di zucchero e 50g di nocciole con la buccia, poi 100g di burro e 200g di farina00, un pizzico di sale. L'olio delle nocciole renderà l'impasto alquanto molle, lo vedrete perfino sbroffare  un po' in cottura e dovrete probabilmente rifilarne con delicatezza gli sbroffi dal bordo dello stampo dopo cotto. Io ho anche temuto un disastro, ma poi la torta è uscita dallo stampo con grande nettezza, la pasta è fondente e si confonderà quasi con la farcia in modo molto seducente.

Per la farcia, fate tutto come viene detto qui dove se ne va in giro da sola come cremosa torta;  qui diventa una farcia. Fate tutto uguale (adottando la marmellata che vi pare - io di limone - e facendone metà quantità) e usatela come una mousse che prenderete a cucchiaiate dalla teglia.

Mescolate la mousse con altrettanta mincemeat.

Fate il guscio con la frolla.  Penso che non sia necessario imburrare lo stampo, ma la diffidenza me lo ha fatto fare, e ho pure infarinato. Dividete la frolla in due parti, una più abbondante per il fondo. Stendete la più abbondante tra due pellicole trasparenti; poi lasciandola attaccata a una, che vi aiuta a maneggiarla, depositatela nello stampo e fatevela aderire. Adesso tirate via la pellicola. Mettete la farcia. Fate la medesima cosa con l'altra parte di frolla. Adagiatela sulla farcia e ritagliatela con i taglienti bordi mentre la fate aderire.

Forno a 180° per 30'.

Sformate passando prima un coltellino affilato lungo i bordi. Quando il dolce si è raffreddato e asciugato (l'effetto olio di nocciole si vede, e sarà stillante, ma dopo un po' dsi asciuga) spolveratelo di zucchero a velo.

Nota: il mio stampo è ben piccino; se usate una teglia a bordi bassi, di circa 21cm, dovrebbe andar bene. Tenete presente che è un dolce da serire in piccole fette: è molto "intenso".

 Nel menu di  Dicembre. Cena della vigilia 2014





Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...