venerdì 4 maggio 2012

Una pastella per friggere quasi perfetta. Con Giovanna Garzoni


 Giovanna Garzoni. wikimedia

Di Isolina

Una versione di pastella leggera dello Zuni Café che a mio parere è quasi perfetta. Dico quasi, perchè nulla è perfetto. Tanto meno in cucina. Le foglie di salvia in questo momento sono al loro massimo, ancora leggere di un tenero verde che poi il tempo farà ingrigire, come fa con noi.

Le piccole verdure, preparate a dovere, (il piccolo carciofo e la zucchina tagliate a fette, il fiori di zucchina a metà, le erbe aromatiche lasciate a cimette), sono state immerse in:

- una ciotola con del kefir (nella versione dello Zuni Café latticello, in una mia precedente yogurt allungato con acqua).

 - successiva impanatura: una miscela di semolino (invece che farina di grano duro) e di farina0. Dove la farina è la metà del semolino.

Olio d'oliva a 180°.



Dorato, leggerissimo, croccante fritto. Le pallottoline che si vedono in alto a destra sono delle minuscole frittelle fatte con il kefir e la impanatura avanzata. Al centro di ogni pallina, conficcato un pistacchio

3 commenti:

alessandra ha detto...

Stavo proprio cercando una pastella leggera per friggere le mie foglie di salvia. Proverò questa e vi saprò dire!

artemisia comina ha detto...

alessandra, ben ritrovata!

isolina ha detto...

facci sapere!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...