mercoledì 4 maggio 2011

Crostata di zucchine romanesche e menta in brisèe alla menta





 
Di Artemisia

E' il momento delle zucchine romanesche, dolci, delicate, saporite, buone anche crude. Ne ho grattugiate alcune, diciamo tante da riempire un recipente da un litro, e ho aggiunto un bel ciuffo, abbondante, di foglie nuovissime, lucenti di primavera, di menta piperita. Sale, pepe nero macinato al momento, pure prodigo, 300g di ricotta di pecora, due uova.

Ho amalgamato cone le mani per non sciupare le zucchine.

Brisée alla menta: 200g di farina, 100g di burro, due cucchiai di menta secca, sale, un uovo.

Ho usato una fascia di acciaio alta un cm e mezzo, circolare, del diametro di 26cm, poggiata su un tappetino di silicone. Stendere la pasta sul tappetino, trasferirlo in una teglia, poggiarvi la fascia pressando e tagliando la pasta, fare il bordo pressando una striscia di pasta nell'interno della fascia e rifilando con un coltello.

Riempire con la farcia, lisciare con una spatola inumidita d'acqua. Prima della farcia, temendo l'incontinenza delle zucchine, ho cosparso il fondo del guscio di brisée con un velo di pangrattato, ma credo non sia necessario. Le zucchine hanno tenuto ottimamente la cottura restando croccanti e non sono neppure diventate del temibile color cacca d'oca.

Forno a 200°, già caldo, per 30'.

La farcia è molto compatta e saporita, va bene che sia così bassa. Al momento di servire lucidarla con un filo d'olio d'oliva e poggiare sulla crostata un rametto di menta.


Versione Tutta Salute: per la brisée usare 150 farina0 e 50 integrale, eliminare l'uovo, usare olio d'oliva e vino bianco in parti uguali invece del burro.

14 commenti:

Hysteria Lane ha detto...

mi hai pavlovianamente provato copiosissima salivazione

simoff ha detto...

la primavera profuma di menta :-)

astrofiammante ha detto...

una portentosa grattugiata di zucchine per riempire questa favolosa brisè, ha un aspetto golosissimo.

P.s. ti lascio tanti saluti dalla signora del negozio dei piatti, che per decantare le sue porcellane mi ha raccontato che tanti turisti sono suoi clienti...io che avevo letto il tuo post le riferisco che infatti una signora che "conosco" aveva appunto comprato dei piatti blu, e lei ha subito pensato a te dicendomi che
una turista di Venezia era rimasta felicemente sorpresa di aver potuto comprare i suoi piatti....e io le ho detto che probabilmente parlavamo proprio della stessa persona, quindi mi ha chiesto di salutarti tanto ;-)

MarinaV ha detto...

Ma come? Zucchine che non rilasciano acqua???? Sono OGM le tue o quelle che trovo qui?

Glu.fri cosas varias sin gluten ha detto...

Oddio come resistere alla brisée con la menta e quelle zucchine.....io qui non le trovo ma adetteró...!!

artemisia comina ha detto...

zucchine romanesche: alcuni pezzetti li andavo sgranocchiando prima di cuocerli, dolcissimi. il timore è che la loro delicatezza venga distrutta dalla cottura, e che emerga un effetto bagnato e insipido. hanno tenuto, e la menta ha tirato su il sapore.

marina, prova con i tulipani :)))))

artemisia comina ha detto...

astro, mi diverte assai sapervi sulle mie tracce :DDDDD

quella sarà una tappa di tutte le mie prossima visite veronesi, magari ci vediamo lì!

astrofiammante ha detto...

La cosa mi piacerebbe assai....magari ci facciamo anche un goto all'osteria buglionii. ;-)))

artemisia comina ha detto...

affare fatto!

qbbq ha detto...

.... domanda: ma se si mettessero sotto sale le zucchine, a far perdere loro acqua? si ridurrebbe rischio, no? confesso che ho dovuto googolare per cercare "zucchine romanesche".. ma sono zucchine particolari oppure semplicemente cresciute attorno a roma? a milano abbiamo i carciofi milanesi...mi confermano i miei amici sardi che lavorano in costa smeralda e che ne vedono di cotte (stracotte, oserei dire, parlando di verdure) e crude, ma quella altro tipo di verdura, verdure particolare: pensa che anche in agosto hanno un cachemirino sulle spalle e, se si tratta di carciofa milanese femmina, ha spesso, strana la natura, al posto delle labra, dei piccoli tender da barcone, che poi vengono anche usati in caso di tempesta (milanesi notoriamente efffffficcciiiienti) ... vebbe' me fermo... scusate, mi e' scappato momento di idiozia acuta
ciao
stefano

artemisia comina ha detto...

caro Stefano, sono una delle glorie della primavera romana: dolci con punta amarognola, colte appena nate con il fiore in testa, verde chiaro con costola evidente, leggermente pelose, buonissime.

dal web


Su AAA:

sulle metafore sono molto preparata


eccole in foto

artemisia comina ha detto...

pos hoc, direi che non ci vuole sale. sono rimaste compostissime.

isolina ha detto...

spetta che arrivino le mie!!! Voglia matta

Marinora ha detto...

la faccio, oh se la faccio!!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...