domenica 12 dicembre 2010

Capesante al rosso della 'nduja e salvia croccante


Di Isolina

Un giorno, tanto tempo fa, vidi uno chef francese che preparava delle coquilles St.Jacques con del boudin. Di qui l'idea che vi sembrerà bizzarra, di accompagnare le capesante con della 'nduja calabrese. Poi pensando ad un contrasto tra dolce/morbido e amarognolo croccante, l'idea della salvia fritta.



Ho pulito e aperto con un taglietto le capesante, le ho leggerissimamente velate di pane grattato.

In un padellino ho messo un dito d'olio d'oliva e ho fatto friggere la salvia, che ho messo da parte su carta da cucina, sapendo per esperienza che si sarebbe mantenuta croccantissima.
In un altro padellino (antiaderente) una bella noce di 'nduja e un nonnulla di burro che ho fatto scaldare al massimo, quindi ho fatto andare le cape per meno di un minuto per parte, per farle crostinare.

Sul piatto si sono congiunte con la salvia e la combinazione è stata grande. Niente sale, ma nessuno lo vieta.

5 commenti:

Ylenia ha detto...

Fantastica ricettina, complimenti. Piacere di conoscere te e il tuo blog, da oggi sono una tua sostenitrice. Buona domenica e a presto :)

artemisia comina ha detto...

fantastica, sì. ma dove diamine hai trovato le capesante a rigomagno?!

isolina ha detto...

Nel settimanale pellegrinaggio ad Arezzo...

Anonimo ha detto...

Capesante, forse una ricetta che sono in grado di realizzare anch'io. Al solito bellissime le foto e piacevoli le razioni contenute da autentico gourmet.
Ma, scusate l'ignoranza, cosa sarà mai il "'nduja"?
Marisa

isolina ha detto...

l'nduja: è un insaccato tipico calabrese, di carne di maiale molto grassa e fortemente aromatizzata con peperoncino piccante. Usata con giudizio è fantastica. E ovviamente il giudizio... dipende.
Si trova, a volte, all'ESSE L

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...