giovedì 1 novembre 2007

Farinata di zucca di Bruna. Liguria.


da Artemisia Comina

Questa ricetta è di Bruna Foglino, un'amica ligure dei tempi del forum di cucina.it.  Era nel menu di Novembre 2003. Amici veneziani a Roma e nel menu di Novembre 2007. Una cena di quasi compleanno.
  
Per la pasta aggiungo una nota mia. Con il succo ottenuto dalla zucca, ho impastato, aggiungendo pochissimo olio, 200g di farina00. Ho usato una teglia di 28 cm di diametro. Poichè avevo un bordo di pasta alquanto ampio, l'ho insaporito con una spolverata di sale grosso.

Ecco cosa dice Bruna:

E' una specialità di Pegli (bellissima località del ponente genovese).

Occorre una bella fetta sul mezzo chilo di zucca arancione. La si passa - cruda e dopo averla sbucciata - al mixer, si pone in un colino e si fa colare più succo possibile, che servirà per l'impasto della sfoglia.

Si procede quindi in questo modo:

in una terrina mettere la zucca, 50g parmigiano, un pugnetto di origano, due cucchiai di semola (o farina di mais), due cucchiai di zucchero, sale e olio q.b.

Preparare la classica sfoglia per le torte salate sostituendo all'acqua il succo colato dalla zucca (farina, succo, sale, olio).

Tirare la sfoglia il più sottile possibile, porla in una teglia ben unta lasciando debordare la pasta, mettere il ripieno in strato sottile (diciamo 1/2 centimetro), cospargere con origano, un filo d'olio, rimboccare la pasta e passare in forno a 180° per circa 1/2 ora.

Tutto qua. E' molto più lunga a dirsi che a farsi, è buonissima mangiata tiepida/fredda.




***

Novembre 2015

Rifatta usando il nuovissimo testo di rame per farinata di 34cm. I cm in più sono esitati in uno spessore di farcia troppo fine; la prossima aumentarla appena un po', mentre la pasta basterebbe. Si vede bene come è gialla la pasta, per la quale è bastato il succo di zucca, a cui ho aggiunto pochissimo olio d'oliva.

Come amuse bouche per Novembre 2015. La cena dei ritrovati amici.





Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...