martedì 16 ottobre 2007

Pollo ai fichi




da Cumino Iberico

Vi propongo un pollo ai fichi che mi e' sembrato gustoso assai. Ricetta di origine greca, mi dicono, e certificata come abbastanza autentica da un autentico greco.

Levate la pelle 8 cosce di pollo (o equivalente quantita' di petti/cosce o parti di pollo che si voglia).

Rotolate il pollo in un paio di cucchiai di farina. in cui avete mischiato delle spezie ( 1/2 cucchiaino di semi di coriandolo macinato, un pizzico di pepe di cayenna (o piu', a gusto), 1 + 1/2 cucchiaino di cumino in polvere).

Scaldate 100ml olio di oliva in padella e buttateci il pollo finché non si colora bene; quindi levate il pollo e mettetelo su carta assorbente.

Nello stesso olio mettete 2 cipolle medie affettate (o tritate, a gusto) e 6 spicchi di aglio e fate soffriggere fino a che la cipolla e' molto morbida (circa dieci minuti).

Mettete cipolla+aglio+olio in una teglia da forno; aggiungete il pollo, 2 foglie di alloro, 8 fichi freschi (con la buccia, lavati), 300ml di vino rosso secco, 1 dado (di pollo) sbriciolato. Cuocete in forno a circa 180 gradi, COPERTO, finché il pollo e' morbido (1 ora - 1 ora e 1/4).

Tirate fuori dal forno, mettete da parte il pollo e i fichi e buttate l'alloro (io ho buttato pure l'aglio).

Aggiungete al sughetto, che sara' aumentato rispetto all'inizio della cottura, 2 cucchiaini di buccia dilimone grattugiata e 1 cucchiaino di succo di limone e fate addensare usando un po' di roux (farina e olio in parti uguali, o il vostro addensante di fiducia).

Mettete pollo e fichi sul piatto di portata e versateci sopra il sughetto (se il pollo e i fichi si sono raffreddati, riscaldateli nella padella col sughetto prima di portare in tavola).

Cospargere di prezzemolo e servite.


Nota 1: Questa e', con pochi aggiustamenti, la ricetta. Io ho abbondato con spezie e limone (con moderazione) e non me ne sono pentito. In particolare mi e' piaciuto sentire il limone emergere un po'.

Nota 2: Preparato con vino bianco e fichi bianchi, ottimo. la ricetta prevede vino rosso e fichi neri.

Nota 3: ho usato fichi colti da l'albero, squisiti ma piccoli. Quindi ho abbondato anche con i fichi. Mi sembra che la ricetta sia abbastanza robusta rispetto alla quantita' di fichi.

Comunque siccome alla fine sono gustosissimi, secondo me e' meglio avere 12 (o piu'?) fichi piccoli piuttosto che 8 grandi.


Nota di Artemisia: ho provato a farlo; ottimo.

Considerazioni: ho usato quattro cosce e un petto; più adatte le cosce, il petto inaridisce un po', quelle restano della giusta morbidezza.

Ho abbondato in fichi (12, anche se piccini), spezie, limone (mezzo limone gattugiato e spremuto), prezzemolo; lo farei ancora.

Ho usato un vino rosso.

Ho cotto il pollo nel wok, che è servito sia per dorarlo (ovviamente, molto adatto a questo scopo), che per cuocere le cipolle (piccine, fresche, insomma cipolline, quindi cottura accorciata), che per cuocerlo in forno, coperto con carta alluminio ben sigillata. Mi pare che nel wok il pollo se ne stesse anche sufficientemente raccolto, come suggerisce Cumino in una nota aggiuntiva che mi ha inviato; quindi, in ogni caso, occhio al dimetro della pentola!

L'ho cotto per un'ora (finendo alle 15,15), poichè volevo tenermi un quarto d'ora per scaldarlo per cena, e l'ho lasciato in forno, dentro il wok; ebbene, alle 21,15 era ancora caldo!! Potenza della ghisa.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...