martedì 15 luglio 2014

Involtini gratinati di peperoni e malenzane con spaghettini.



Di Artemisia.

Il dolce peperone, la piccante melanzana: affettati entrambi, pelato il primo, e stufato a falde in padella con poco olio d'oliva; affettata la seconda e fritta; pochi spaghettini cotti al dente, conditi con un sugo leggero di pomodoro (cotto 20' con olio d'oliva, uno spicchio d'aglio che poi si toglie, un pezzetto di peperoncino che pure si toglie, molto basilico che pure si toglie) e pochissima fresca ricotta mescolata con il sugo.

Su ogni fetta di melanzana, ogni falda di peperone si mette una forchettata di spaghetti, una foglia di basilico, un dadino di mozzarella, quindi si avvolge e gli involtini si mettono stretti stretti uno vicino all'altro in una teglia dal fondo oliato.

Pangrattato su tutto, forno a 170° per 30'.

Piccolo spuntino sul terrazzo romano.


***

Aggiornamento ottobre 2017

Ho optato per la maggiore flessibilità dei capellini. Tre sottolineature. Non ho messo ricotta: ci vuole. Gli involtini non erano ben stretti l'uno all'altro: devono esserlo, devono comunicare. Non vanno scaldati, come ho fatto: la mozzarella non tornerà mai come deve essere.








Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...