giovedì 20 ottobre 2011

Polpette di agnello alla cacciatora



Di Isolina, ovvero Brassica Illirica

Fortemente ispirandomi alla cucina romanesca, ho fatto delle polpette di agnello: carne tritata molto finemente insieme a uno spicchio d'aglio. Salato e pepato il composto, l'ho lavorato/impastato lungamente a mano.

Con le mani umide ho poi formato delle polpettine rotonde, che ho molto leggermente infarinato.

In padella olio d'oliva, salvia e rosmarino.

Appena caldo ho aggiunto le polpette e dopo averle dorate e girate, ho sfumato con abbondante aceto e quindi aggiunto un poco d'acqua.

Grazie alla farina, si forma un delizioso sughetto e in pochi minuti e sono pronte.

Accompagnamento di mele cotogne, visto che passavano di lì: sbucciate e fatte a spicchi, le ho messe in un pentolino con poca acqua e un pizzichino infinitesimale di chiodi di garofano in polvere e fatte sobbollire per un cinque minuti. Quel tanto che basta ad addomesticarle, poi le ho lucidate con del burro fuso e messe a gratinare. Effetto molto piacevole.



Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...