venerdì 25 febbraio 2011

Frittata di radicchio tardivo



Di Isolina

L'ennesima frittata, così saporita che ve la racconto. In fotografia non è che faccia proprio una bella figura, ma ...

 
Nella padella un poco di olio, una cipolla media sottilmente affettata e un pizzico di peperoncino.

Faccio dolcemente rosolare e aggiungo una patata bollita a tocchetti e un radicchio tardivo di Treviso, anche quello tagliato, e salo.

Due o tre giravolte e aggiungo della polvere di arancia.

E quindi le uova e va in frittata.


1 commento:

Mela ha detto...

Care Isolina e Artè,
mi piace molto questa ricetta perché p un nostro piatto tradizionale nonché familiare.
Mia suocera la cucinava in modo magistrale.
L'unica diversità consiste nella cottura delle patate, che certo non alleggerirà il piatto, ma ne guadagna in sapore.
Le patate, tagliate a tocchetti molto piccoli, sono prefritte in olio molto molto caldo, e poi tenute da parte. Una volta fredde, sono mescolate agli altri ingredienti e terminano la cottura "in frittata".
Io non uso il radicchio, ma la polvere d'arancia mi intriga assai.
Bella ricetta.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...