martedì 25 settembre 2007

Crostata con cioccolato 85% e mandorle



da Artemisia Comina

Mi sento di consigliarvela: bella e buona, come vorremmo essere anche noi. Ogni tanto tra le ricette in genere troppo tendenza del settimanale dato con Repubblica ce n'è una fattibile. Per esempio, questa. Che permette di utilizzare preziosi cioccolati superamari.

Brisée: 250g di farina, 120g di burro a pezzetti, un uovo, un cucchiaio di zucchero, un pizzico di sale. Tutto nel mixer; frullate per bene, se dopo un po' non si amalgama, gettatevi prudentemente - attenti a non inumidire troppo - un goccetto di qualcosa; io ho usato calvados. Poi come sempre, fare una palla, avvolgere in pellicola, mettere 20' in frigo.

Poscia: mescolare in una ciotola, con la frusta: due uova, 120g di zucchero, 50g di farina, 80g di burro fuso, 3 cucchiai di whisky (ho usato ancora calvados, perchè avevo solo il fortemente torbato whisky delle isole, e non ho azzardato una virata di sapore così decisa; magari la prossima volta). Si ottiene una cremina fluida.

Adesso si mette la pasta in una teglia di circa 20cm di diametro, bordi bassi, preferibilemte sganciabili, altrimenti solita braga di carta da forno. Adesso, distribuire sulla pasta 50g di cioccolato fondente all'85% e 50 al 50%, triturati con un bel coltellone da cucina.

Buttarvi sopra la cremina.

Depositarvi in graziosa pioggia 70g di mandorle pelate (occhio: non scaglie, intere).

Cuocere nella parte bassa del forno già caldo a 180° per circa 40'. Servire fredda.

Nel menu: Maggio. Nunchesto si produce con una zuppa di agnello

2 commenti:

la belle auberge ha detto...

cara Artemisia, ho preparato questa tua crostata nei giorni scorsi, ricevendo molti complimenti per la bontà e raffinatezza del dolce. Ben volentieri te ne rendo partecipe. Grazie.
eugenia

artemisia comina ha detto...

grazie, cara eu.

lo trovo anch'io assai seducente; è un pezzo che non lo faccio. quasi quasi...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...