domenica 20 ottobre 2019

Cong you bing, ovverosia pancake, pizza di cipolline cinese


 
Da Isolina
Nella grande famiglia dei pani piatti che attraversa l'immenso territorio dall'Asia al Mediterraneo si incontrano a ogni angolo questi semplici saporiti pani piatti che vengono cotti e mangiati nelle strade, nelle case, ovunque; li andiamo esplorando, come chi segue AAA ben sa. Guardate in particolare questo Non, pane uzbeko sfogliato, con cipollina fresca e più in generale Pani e Lieviti. Piadine, pani piatti. Questa dunque è solo una variante di altri pani piatti, ma mi è piaciuta particolarmente. Aggiungo considerazioni sulle cipolline usate: non cipollotti, ma sponsali, in Italia; pare che la differenza tra scallion e spring onion stia nella forma del bulbo: allungata e stretta per scallion e tondeggiante per spring onion. Il mio Cong you bing risultò saporitissimo e piacevolmente piccante. Dopo, solo insalata.

In una ciotola ho messo due tazze di farina00, 1/4 di tazza di acqua molto calda, un cucchiaio di olio d'oliva, un pizzico di sale

Ho incominciato a lavorare con una forchetta, fin quando ho potuto toccare la pasta senza scottarmi e ho continuato co le mani.

Ne è risultata una pasta molto morbida che ho trasferito sulla spianatoia e che ho poi lavorato a lungo fino a ottenere una pasta sempre morbida, ma anche molto elastica. Come da istruzioni, non ho mai aggiunto farina, ma mi sono aiutata ungendo le mani d'olio d'oliva

Ho messo la palla sotto la ciotola a riposare per circa mezz'ora. 

Nel frattempo ho tagliuzzato un peperoncino verde e delle cipolline, compresa la parte verde più tenera, e li ho fatti rosolare rapidamente in padella con poco olio d'oliva

Ho diviso la pasta in due, e ho spianato uno dei due pezzi in forma rettangolare, prima con le mani, poi con il matterello, fino ad avere una sfoglia sottile.

Ho cosparso la sfoglia con le cipolline. 

Ho arrotolato a salame partendo dalla parte lunga, stirando un poco.

Poi fatto una chiocciola. 

Ho ripetuto l'operazione con l'altro pezzo. 

Ho fatto riposare le chiocciole per una mezz'oretta, coperte da un telo umido.

Le ho spianate, prima con le mani e poi con il matterello, fino ad avere due tondi di circa due spanne.

Le ho fatte cuocere in padella antiaderente appena unta d'olio d'oliva, pochi minuti per parte.



 






1 commento:

Giulia Pignatelli ha detto...

Che buoni Isolina!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...