lunedì 8 ottobre 2018

Karamonk scraps, biscotti al cardamomo, specialità Malay


 
Da Artemisia

Esplorando la cucina Cape Maly, mi sono chiesta: i biscotti come saranno? Ho scelto tra i più speziati, ovviamente. I cosiddetti dolci da forno dovrebbero essere di influenza olandese, mentre le spezie sono il sale della terra portato soprattutto dall'Indonesia, e l'acqua di rose è la benedizione "araba". Per loro ho combinato uno still life con l'incredibile Sansevieria cylindrica, pianta keniota.


60 biscotti

Battere insieme due uova e 400g di zucchero. Tenere da parte.

In capiente ciotola intridere 125g di burro morbido con 600g di farina00, aggiungere un cucchiaio di lievito in polvere.

Aggiungere un cucchiaio d'olio (di noci, d'oliva delicato, vedete voi, la dama swahili non specifica), uno di acqua di rose, i semi di tre-quattro bacche di cardamomo (pestati nel mortaio, oppure come ho fatto io, polverizzateli in un macinacaffé dedicato alle spezie, insieme a un cucchiaio prelevato dallo zucchero; la signora suggerisce di pestarli dopo averli messi tra due fogli di carta da cucina).

Mescolare.

Aggiungere il composto d'uovo, impastare.

Stendere la pasta dandole uno spessore di un cm circa; ritagliare i biscotti, metterli in teglia su carta da forno leggermente distanziati (non gonfiano ganché).

Forno: 12' a 180°.

 



Da questo libro:

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...