domenica 10 settembre 2017

Emilia Romagna. Passatelli romagnoli


Di Raviola Romagnola

Alcuni aggiungono un po' di buccia di limone, una noce di burro, pepe, midollo. Se si vogliono fare e poi cuocere, distribuirli su uno strofinaccio infarinato. Sono diffusi anche nelle Marche.

Impastare 1/2 kg di pane di Ferrara secco e grattugiato, 1/2kg di parmigiano grattugiato, 8/9 uova (pressapoco, 500g), 1/2 noce moscata grattugiata, sale.


Passare nell'apposito attrezzo o in mancanza nello schiacciapatate, facendoli cadere direttamente nel brodo di carne bollente, tagliandoli con una lama affilata a circa 5 cm di lughezza.

Far sobbollire per 5'.

Servire.


Raviola dispone, per farli, di questo singolare attrezzo.




***

Aggiornamento Gennaio 2018

Siamo in quattro, facciamo quattro uova (circa 300g) di passatelli, e un equivalente peso sia di pangrattato (300g) che di parmigiano (300g); usiamo uno schiacciapatate a fari piccoli, vengono minuti, mi sembrano bellissimi; li lasciamo riposare in un vassoio coperti da uno strofinaccio; li butto dentro un bel brodo di cappone al momento di mangiarli. Ci abbiamo messo dentro limone e cannella, e anche un po' di pepe; abbiamo grattugiato dei grissini; l'impasto ha riposato qualche ora in frigo, era tosto come un che, Teo si è applicato con tutte le forze a schiacciarne porzioncine piccole, altrimenti non se parlava. Li troviamo buonissimi.

Nel menu di Gennaio 2018. Quanto sono affettuosi i passatelli in brodo?






 


2 commenti:

isolina ha detto...

Li amo,moltissimo, ma mi sono venuti a fatica e non avendo estimatori in casa... ma ci riproverò. Adesso poi andiamo verso la stagione giusta. Questa tua ricetta i ha stimolato, grazie

artemisia comina ha detto...

ma come, non piaccono ad Amedeo? Vedo che vengono anche combinati in modi creativi, con altri sapori, asciutti...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...