martedì 21 febbraio 2017

Sanguinaccio vegetariano per un carnevale napoletano



Da Nepitella Partenopea

Da bambina ero molto, molto, molto, schizzinosa. Da grande non sono migliorata nella sostanza ma il pregiudizio ha ceduto il posto alla conoscenza. Dunque oggi sono diventata una schizzinosa arrogante. L'apice del mio disgusto alimentare arrivava a Carnevale; quando ad accompagnare le meravigliose chiacchiere fritte c'era il sanguinaccio, una crema al cioccolato, densa e profumata di cannella, fatta con sangue di maiale. Da qualche anno ho avuto in dono da mia cognata napoletana doc e anche vegetariana una ricetta che mi ha resa felice. Finalmente anche io posso gustare quella meravigliosa crema senza sentirmi catapultata in Transilvania.

Setacciare in una pentola 70g di polvere di cacao amaro, 40g di maizena e un cucchiaino da tè di cannella.

Aggiungere 200g di zucchero, e a filo 500ml di latte freddo.

Mettere la pentola sul fornello a  fiamma bassa e mescolare per circa 10' o fino a quando il composto non si addensa.

A questo punto aggiungere 120g di cioccolato fondente precedentemente frantumato e infine 30g di burro.
Far raffreddare la crema con una pellicola aderente alla superficie, in modo tale da evitare che si formi uno strato superficiale secco e duro.
 
Servire accompagnato da chiacchiere, o frappe che dir si voglia.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...