sabato 3 dicembre 2016

Schie fritte con la polentina bianca morbida


Da Nunchesto Bibendum

Crangon crangon: Gambero grigio (it), Schia, Schie, Schile, Schille (veneto); gamberetti piccolissimi tanto da poter essere fritti con tutto il carapace; gloria di Venezia; si servono con la polenta che quando li accompagna si fa un po' più morbida, lenta. Più di quella della foto, che però aveva dalla sua di essere bianca, la polenta che meglio accompagna il pesce.

Quindi:

Schie - lavarle, asciugarle - friggerle.

Servirle inseme a della polenta, possibilmente all'onda.

Nel menu di  Dicembre 2012. La cena dell'ultimo dell'anno

Si cucinano anche sgusciandole con santissima pazienza e lessandole. Stesso accompagnamento di polentina morbida. 






***

Aggiornamento dicembre 2016


Il 29 dicembre Nunchesto vide le schie a Rialto - lesto e furtivo ne acquistò un cartoccio - tra salti delle vive fuori dal cartoccio e inseguimenti sul pavimento e fischi di vapore e spruzzi d'olio bollente poiché immerse in quello bagnate, arrivarano ad affiancare un polentina bianca e a essere mangiate con tutta la croccante coccia che dona loro un magnifico cric crac salato che precede la dolce polpina; Cucurbita ci disse poi che a La Madonna prima del servizio tutti - ma proprio tutti, patron, camerierieri, cuochi, sguatteri - stanno lì a sgusciare montagne di schie che offriranno bollite.
 



 Prima della loro magica trasformazione




Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...