lunedì 5 dicembre 2016

Dicembre 2005. Ultimo dell'anno a Venezia


Dicembre 2005. Ultimo dell'anno a Venezia. Eravamo in molti - sei, tutti a dormire nella casa verde e gialla e azzurra e rossa - per un capodanno in cui le stanze risuonavano un po' di italiano e un po' di francese, con puntatine venete specie quando per cena si aggiunsero i Daini. Io non vedevo l'ora di provare la rana pescatrice avvolta nel lardo di cui avevo letto in A tola co i nostri veci. La cucina veneziana di Mariù Salvatori De Zuliani, anche se per ciò che avevo trovato a Rialto e su consiglio del banco del pesce da cui andavo avevo poi optato per la cernia (felicemente, si potè dire poi). Menu: Terrina di fondi e capesante, Parmigiana di anguilla, Risotto con brodo anguilla e filetti di rombo, Cernia al lardo, Crema di cachi al rum ghiacciata e crema di cioccolato al peperoncino bollente,  Biscotti speziati Cucurbita.



Terrina di fondi e capesante

Risotto con brodo anguilla e filetti di rombo

Parmigiana di anguilla

Cernia al lardo

Crema di cachi al rum ghiacciata, crema di cioccolato al peperoncino bollente

Biscotti speziati Cucurbita

 



Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...