giovedì 17 novembre 2016

Zuppa maritata di radicchio e porri



Di Artemisia

Porri e yogurt sono leggermente amaragnoli-acidi, la vellutata è morbida; i crostini sono amaro-dolci, e croccanti.

Vellutata di patate e porri

La parte bianca di 2 porri tagliata a rondelle va stufata con un po' di burro.

Aggiungete 500g di patate che si disfino in cottura, pelate e tagliate a dadini.

Coprite a filo con acqua. Salate. Fate cuocere a fuoco medio per 20' circa.

Aggiungete 500g diyogurt greco intero, pepate con pepe bianco appena macinato.

Frullate molto finemente (perfetto il bimby, altrimenti, frullate e passate anche al setaccio).

Radicchio stufato con prugne e uvetta

Tagliare a tocchetti un bel cespo di radicchio, preferibilmente tardivo - ma l'addolcimento permette di usarne anche di tipi un po' più amari - e stufarlo in padella larga con poco olio d'oliva; pressandoci su un coperchio ciò avverrà velocemente; lasciatelo croccantino, non intignate.

Vi avrete aggiunto, a inizio cottura, sale, pepe nero appena macinato, uvetta passa, e un po' di prugne secche tagliate a tocchetti. 

Appena appassisce, stop.

Verificate il sapore, aggiustate di sale e pepe, aggiungete se vi va un cucchiaio di marmellata di mirtilli (ma ho usato anche quella di kiwi...).

Allestimento

Fate delle fettine di pane rotonde con un coppapasta, a partire da fette di pane casereccio. Tostatele.

Metteteci su un cucchiaino di radicchio con prugne e uvetta, caldo.

Nel menu di  Novembre 2016. Un pranzo veloce ma di soddisfazione

Nel menu di Gennaio 2002. La cena del fagiano della signora Nadina






Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...