giovedì 21 maggio 2015

Shoyu Tamago, uova sode alla soia, Giappone.



Da Isolina 

Evidentemente in questo maggio le uova sono nel trend di AAA. Ed è totalmente per caso o per sotterraneee correnti che corrono tra me e Artemisia? Comunque, ecco queste uova che mi hanno incantato. In Giappone sono uno degli accompagnamenti più popolari per i ramen o altri tagliolini, io li ho serviti con una mistissima insalata.

Marinatura: 1 tazza d'acqua, 1 tazza di soya, 1/2 tazza di mirin (la ricetta voleva il sakè, ma nella dispensa non c'era), 2 spicchi d'aglio spellati e schiacciati, 2 pezzi di cipollotto (nella ricetta erano scalino), 30 g di zenzero fresco con la sua buccia, pestato (di mio ho aggiunto basilico limone, timo).

Si combinano tutti gli elementi, si porta a bollore, si lascia sul fuoco 1 minuto, poi si fa raffreddare.


Le uova - 4 - si mettono a cuocere in abbondante acqua e dal momento dell'ebollizione si contano 6 minuti. La ricetta raccomanda di farle girare vorticosamente nell'acqua con un cucchiaio e dei chop sticks di modo che il tuorlo si piazzi al centro del guscio. A me quest'operazione non è del tutto riuscita. Pensandoci ho deciso che dovevo farle bollire in più ampia quantità d'acqua. Trascorsi i 6 minuti, velocemente si tuffano in acqua fredda.

Appena raffreddate tanto da poterle maneggiare, si pelano e si tuffano nella marinata. Lì si lasciano per almeno 2 ore, ma molto più a lungo potendo. Io le ho lasciate ad insaporirsi per 24 h. Sulle uova spezzate, volendo (e ho voluto) si aggiunge una spolverata di pepe e di fleur de sel.

Le ricetta dice anche che la marinatura si può conservare per ulteriore uso e le uova stesse si possono conservare in frigo per vari giorni. La marinatura, in effetti, l'ho filtrata e messa in in frigo in un contenitore stagno, avendo intenzione di riprovare e raggiungere le uova perfette.

2 commenti:

la belle auberge ha detto...

Un esperimento che voglio fare anch'io; mi incuriosisce molto. Sono dubbiosa sull'effetto dell'agitare in continuazione l'acqua; a me, spesso, vengono uova sode con il tuorlo perfettamente centrato senza mescolare affatto.
Complimenti per la bellissima composizione floreale.

artemisia comina ha detto...

embe' quando una ha la mano fatata.... ;)

voglio provare anch'io!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...