martedì 7 gennaio 2014

Coniglio con prugne e grappa



Di Artemisia

Un piatto semplice, che ricorda ancora una volta come le marinate siano essenziali, con la carne.


Per due: mezzo coniglio a pezzi, fatto marinare almeno per mezza giornata nel succo di un limone, aromatizzato dalla sua buccia grattugiata e in un bicchierino di grappa alla pera.

Messo a rosolare in un piccolo tegame a fondo spesso - tirate fuori la vostra pentola di ghisa -  dove stia ben raccolto, e dove si sono fatte già andare due fette di pancetta fresca tagliate a strisce, insieme a uno spicchio d'aglio (che toglierete); quando è ben dorato da tutte le parti, aggiungere la marinata.

Cuocere coperto a fuoco basso  finchè non è tenero.

Quindi - ecco le prugne - a un quarto d'ora dalla fine, aggiungere 8/10 prugne (secche o fresche) snocciolate.

Infine aggiungere dell'altra grappa, fiammeggiata, e pepe nero appena macinato.

Servire. Avendo un sapore alquanto rilevato, è bene accompagnato da patate al vapore.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...