lunedì 22 luglio 2013

Frittelle di pane e zucchine



Da Isolina

In uno sperduto, piccolo convento del Peloponneso un alto, gagliardo, bellissimo pope prepara vivande per gli ospiti attesi. Tra questi polpette di zucchine... Ecco, non ero lì (TV) e le polpette non sono quelle, ma l'idea, la voglia di farle è nata lì. Le penso come frittelle in quanto così leggere e danzanti. Come capirete ne sono diventata oltremodo golosa, e non solo io.

Zucchine giovani e fresche, tagliate a tocchetti e brevemente bollite. Messe a scolare mentre nel frattempo mettevo in ammollo un pezzo di vecchia baguette dura come il muro e quindi tritavo stagionato pecorino insieme a poco aglio e abbondante menta.

In una capiente ciotola ho riunito le zucchine strizzate con le mani e frantumate, il pane anch'esso strizzato, il formaggio aromatizzato, un uovo e pochissimo sale.

Grande impastata,un po' di riposo e quindi con le mani inumidite ho formato delle piccole frittelle leggermente oblunghe che ho fritto in abbondante olio d'oliva (temp.175°).

 Servite a temperatura ambiente, con l'aperitivo. Ma certamenta possono aver posto importante a tavola.


3 commenti:

Anonimo ha detto...

Cara Isolina, mi stai regalando degli attimi fatti di gioie casalighe e preziosa convivialità che ti invidio e cui aspiro.
Un saluto a tutti gli abitanti della casa e all'ospite Artemisia.

Raffaella

Giuliana ha detto...

Isolina, sei una maga, riesci a fare di normali zucchine, un piatto da re....

te lo copio senz'altro, appena smetto la dieta...

Sara Natale ha detto...

Sei davvero unica, la ricetta sembra buonissima e la proverò sicuramente, ma come la poni tu è come una favola. baci
Sara

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...