lunedì 1 aprile 2013

Aprile. Una Pasqua piccola piccola con un agnello a bassa temperatura



Di Isolina

Aprile 2013. Una Pasqua piccola piccola con un agnello a bassa temperatura. Menu: uova di quaglia, bollite per 4 minuti  (che pazienza sgusciarle!!) le ho accomodate in un nido di alghe bretoni. Definite in luogo tartare di alghe, cioè alghe tritate con capperi e cetrioli sott'aceto e condite con olio di noci.

Poi una cremosa passata di cavolfiore alla curcuma e cardamomo.

E quindi l'agnello. Tenero che non c'è stato bisogno di scalcamento e saporoso e nei punti giusti croccante. Dal giorno prima l'avevo cosparso di un unguento composto da ghee, rosmarino tritato fine con aglio, poi pepe, ras al hanout e scorza di limone. Il tutto cosparso di succo di limone e sale.
In forno a 160° per 3 ore e passa. Girato solo tre volte con aggiunta di un poco di vino bianco.

L'accompagnamento erano carciofi, semplicemente stufati per 10 minuti.

Fragole cosparse sopra la colomba, bavarese di fragole, il tutto non del mio sacco


Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...