mercoledì 27 giugno 2012

Torshi left. Rape sottaceto siriane, del più bel rosa.


Da Artemisia che aveva tre rapone candide, gonfie come i pantaloni di un sultano e avendo nostalgia della dolce disgraziata Siria dove le mangiò, fa una ricetta di Claudia Roden - La cucina del Medio Oriente e del Nord Africa, Ponte alle Grazie, Milano.


Pelare  1kg di rape bianche, affettatele non troppo finemente. Disponetele, ben pressate, in un vaso di vetro con alcune foglie di sedano e 2-4 spicchi d'aglio, se vi piace l'aroma, poiché la rapa assorbe tutto e quando saranno pronte lo sentirete; inserendo fette di 1 rapa rossa cruda tra i vari strati, a intervalli regolari.

Sciogliete 4-5 cucchiai rasi di sale (circa 90g) in 1l scarso di acqua, aggiungete 3dl di aceto bianco (ho usato aceto di miele) e mescolate.

Versate la soluzione ottenuta nel vaso e chiudetelo ermeticamente con un coperchio di vetro munito di una guarnizione di gomma. Riponetelo in luogo tiepido: le rape saranno pronte in circa 10 giorni. Trasferite il barattolo in luogo fresco.

Questi sottaceti vanno consumati entro 4-6 settimane dalla preparazione.

Nota: ho aggiunto qualche grano di pepe di Sarawak.
 
Nel menu di Giugno 2012. La cena della più buona crostata di albicocche

2 commenti:

Jean-Michel ha detto...

Splendide! Bravissima, sono molto convincenti!

artemisia comina ha detto...

grazie chef.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...