mercoledì 3 marzo 2010

Crostata di carciofi, brisée integrale all'ajowan


Di Artemisia

Fare una brisée con 200g di farina integrale, 100g di burro, un pizzico di sale, un cucchiaio di ajowan dei semi piccanti tra timo e cumino, un uovo.

Pulire quattro carciofi romaneschi (nessuna pietà, assolutamente, con le foglie dure) metterli stretti l'uno all'altro, rovesciati, in un pentola di coccio. Tagliare e pulire anche i gambi, infilarli tra i carciofi; pelare e tagliare a fette anche un paio di patate, affiancarle ai carciofi, in modo che tutto stia bello stretto. Salare. Versare sul fondo della pentola un dito di ottimo olio d'oliva. Cuocere a lungo su fuoco bassissimo coprendo bene e sigillando l'imboccatura della pentola con carta alluminio prima di appoggiarci su il coperchio. I carciofi sono cotti quando sono del tutto fondenti e leggermente abbrustoliti alla base.

Rivestire una teglia rotonda (26cm di diametro circa) con la brisée conservando un po' di impasto per fare un paio di fettucce.

Schiacciare le patate, affettare i carciofi, cospargerne il fondo di pasta.

Ridurre a dadini una spessa fetta di guanciale o pancetta, farli dorare in padella fino a che non sono croccanti. Cospargerli sui carciofi.

Rifinire la crostata con qualche bella fettuccia di pasta, infilarla in forno già caldo a 200° per 30'.

Portata in tavola per uno spuntino di lavoro. Con dei  Bisquit al limone con lemon curd senza burro e dei fiadoni abruzzesi portati in dono.


10 commenti:

Barbara Palermo ha detto...

Ho "scoperto" da poco la brisée con farina integrale e mi è piaciuta davvero molto: buonissimo l'accostamento con i carciofi e le patate, da provare, grazie!

artemisia comina ha detto...

ciao apetta!

terry ha detto...

Meravigliosa questa torta salata, mi ha colpito la brisèe così aromatizzata, qui faccio fatica a trovarlo l'ajowan...ma ci conto!
intanto complimenti:)

frenci ha detto...

i carciofi freschi sono tra le mie verdure preferite, te lo dico da genovese cresciuta a fantastiche torte pasqualine preparate da mio papà, ma odio pulirli e, non volendo cedere all'alternativa dei tristi surgelati, mi precludo la possibilità di realizzare piatti di sicuro successo come questo... ehhh la pigrizia è una brutta cosa, sul serio...

artemisia comina ha detto...

terry, la banoffee pie è formidabile!

artemisia comina ha detto...

frenci, ci sono modi di pelar carciofi veloci, dai! un par di guanti e un coltellone...e poi qui al mercato li vendono già puliti. da te?

frenci ha detto...

cara artemisia, qui da me non esistono i mercati ortofrutticoli tipici delle grandi città, sapessi quanto mi mancano... mi sa che dovrò armarmi di guanti e coltellone...

Novelinadelorto ha detto...

Addoro le torte salate e questa poi mi sa che nn serve + che la faccia visto la gudduria...:P...la devo fare assoluttamente...smack

Kemi ha detto...

Mi piace passare da te, il tuo blog è un invito a sperimentare! L'ajowan
non l'avevo mai neppure sentito nominare, così cercando sul web qualche informazione ho trovato questo simpatico sito, http://www.uni-graz.at/~katzer/engl/index.html.
Se Mimmo pela i caciofi io faccio la crostata!
Un saluto
Kemi

artemisia comina ha detto...

novelina, un saluto :)

kemi, quel sito è magnifico.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...