mercoledì 20 maggio 2009

Terrina di spinaci prosciutto asparagi piselli

 


Da Artemisia Comina.

Frullare nel robot 400g di prosciutto cotto e 400g di spinaci sbollentati strizzati.

Aggiungere una a una 5 uova. Salare e pepare con pepe nero appena macinato.

Preparare una tazza di piselli sbucciati e una di rondelle di asparagi puliti, unirle; cuocere le verdure nel microonde per una decina di minuti oppure sbollentarle la dente.

Imburrare accuratamente una terrina, riempire alternando farcia e asparagi e piselli.

Cuocere a bagno maria in forno già caldo a 150°, per un’ora.

È stata accompagnata con una citronnette a cui ho aggiunto grani di pepe rosa.


Note: Artemisia ha modificato una terrina di Patés, tourtes, terrines , Christian Delu, Solar 1982; la terrina originale prevede crescione e non spinaci e ha carote invece che asparagi e piselli; anche questa versione è stata provata, ed è bello l’arancione della carota dentro il verde dell’impasto. Il sapore è piuttosto diverso, perché la presenza degli asparagi è ben determinata. Come accompagnamento si suggerisce una maionese con erbe aromatiche.

È una terrina veloce, facile e buona, che per questi motivi è stata replicata più volte.

Quanto alle foto: come seguire una terrina dal pomeriggio in cui viene allestita e messa in forno, alla sera successiva in cui viene mangiata. La carta alluminio è lì sull’onda dell’ “uscirai di lì senza esitazione alcuna”; le foto serali non fanno giustizia del suo bel verde.

Nel menu di Maggio 2009. Una cena primaverile

13 commenti:

fantasie ha detto...

Molto bello da vedere e sicuramente ottimo anche da mangiare... ma gli asparagi sicuramente non sono quelli selvatici, sotili sottili, che sembrano tsnto buonini e che invece sono amari come il fiele... è vero?

Mercè ha detto...

Mi piace molto cucinare terrine di tutte classi. questo colori bellissimi e deve essere molto buona.
Sicuro che la copiol.
Bacione

fedeccino ha detto...

Bellissima, la provero' senz'altro, magari modificando la base verde degli spinaci con un'altra foglia, domani verifico al mercatino bio. Fave invece di piselli, e magari un uovo in meno ... ?

Lydia ha detto...

Bella, bella, bella.
Tutto questo verde speranza mi piace molto

Artemisia Comina ha detto...

ciao Fantasie dal blog violetto, mi stupisce la tua esperienza con gli asparagi sevatici, io bimba di campagna ne ero un'esperta cacciatrice, e nelle frittate e nei risotti sono magnifici. devi riprovare ad addentarli! il guaio è che qui in città li trovi dal gioielliere.

ma per questa ricetta non sono adatti, ci vanno i verdi polputi :)

Artemisia Comina ha detto...

un saluto, Mercè, mi fa sempre piacere vederti da queste parti.

Artemisia Comina ha detto...

fede, con la foglia puoi fare quel che vuoi...anche germogli di ortiche, se tu avessi un bel campo a portata di mano, o borraggine...

ma le uova non le diminuirei, sono 1200gr di composto, e ci vorrebbe un uovo ogni 200g...siamo al limite, infatti è delicatino, non tosto.

Artemisia Comina ha detto...

lydia, continuiamo a consonare, bella la pizza di campofranco.

annamaria ha detto...

Deh,ben torno omai..dopo giorni di forzata astinenza per rottura computer e che ti trovo?Una meraviglia,da fare al più presto,praticamente domani o Domenica!!!Bravissima come sempre(inchino reverente)

Artemisia Comina ha detto...

abbraccio all'amica risanata (il computer per il tutto)

sciopina ha detto...

fatto uno sformatino simile scorsa settimana. Non verde, ma bianco avendo usato le npatate. Un cuore morbido e goloso di fagiolini, prosciutto e scamorza. Questa versione verde s'adda fare...

fedeccino ha detto...

Ecco qua , dosi dimezzate ma tre uova (e' vero assolutamente necessarie), con lattuga e borraggine. Grazie :)

Artemisia Comina ha detto...

@ sciopina, vengo a vedere lo sformato di patate...

@ fede, molto molto lieta.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...