domenica 11 maggio 2008

Chupe de camarones, zuppa di gamberi peruviana.



Da Dolcesca.

Gamberi o mazzancolle, in verità; questa volta Dolcesca usa le mazzancolle. Per 14 persone 1.400kg di mazzancolle.

Pulire le mazzancolle mettendo da una parte teste e carapaci, dall’altra le code sgusciate.

Mettere teste e carapaci in una grande pentola con uno di spicchio d’aglio, una cipolla rossa affettata, un pezzo di peperoncino piccante, qualche pizzico di origano, olio d’oliva. Far soffriggere.

Aggiungere due litri e mezzo d’acqua e un litro di latte parzialmente scremato; salare, far sobbollire per 20’.

Frullare teste, carapaci e liquido di cottura. Passare il tutto allo chinois.

Misurare la capacità della coppetta che si intende usare, moltiplicarla per quattordici e valutare così la quantità complessiva di zuppa. Aggiustare in base a questa misurazione la quantità di liquido ottenuta, eventualmente allungandolo con un po’ di latte e controllando la sapidità.

Tagliare le code in tre pezzi, scottarle a fuoco alto con olio d’oliva, origano e peperoncino. Aggiungere il liquido, controllare che sia ben caldo.

Distribuirlo nelle coppette, accompagnare con dadini di pane tostato.

Nel menu di Maggio. L'Accademia degli Affamati Affannati all'Argentario. La sera della festa.

Esecuzione di Dolcesca, con Marco al coltello per i dadini di pane e Lucia allo chinois; foto di Pomaurea e Nunchesto.

****************

Nota di Artemisia:  una chupe con non ho più mollato; per esempio, faceva parte del menu Maggio 2010. Una piccola cena per tre con il maiale in agrodolce.


Anche nel menu di  Dicembre 2008. La Vigilia di Natale







1 commento:

Anonimo ha detto...

FANTASTICAAAAAA ,UNO DEI MIEI PIATTI PREFERITI

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...