domenica 13 maggio 2007

Cernia all'acqua pazza



da Artemisia Comina

Danilo, pescivendolo trasteverino e divoratore di pesce, non lo ha mai cucinato all’acqua pazza. Vuoi vedere che “il territorio” esiste…

Mi dice che in ogni caso la cernia posso farla come voglio. Si presta a ogni cosa.

Siccome di cernie oggi ne ho viste di belle, straordinariamente rosse, adatte a due persone, circa 750g, ne prendo una.

Padella, tre o quattro bicchieri d’acqua, tre o quattro giri olio e.v. d’oliva, mezzo peperoncino secco, uno spicchio d'aglio, pomodorini spaccati (due manciate), abbondante prezzemolo, sale.

20’ di cottura a fuoco medio, con coperchio.

Lieta sorpresa: la cernia rilascia collagene in quantità, e il brodetto è denso e di bell’aspetto.

La cernia è stata spinata ed allestita, insieme con i pomodori, in due piatti sul cui fondo è stata messa una fetta di pane casereccio abbrustolito. Molto buona.


Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...