sabato 29 gennaio 2011

COPENHAGEN. RESTAURANT D'ANGLETERRE


Il primo pasto a Copenhagen e' stato nel suggestivo ristorante dell'hotel d'Angleterre, tutto vetrate sulla piazza innevata e tocchi dorati sul bruno. Sorprendentemente squisito. Un beef e prima delle scallop, benissimo presentati con foglioline aromatiche e cavoletti grandi come perle, e un dolce ottimissimo e nuovo, per il quale il piatto era stato strisciato con una pennellata densa di cioccolata rappresa che fungeva da base a piccole sorprese. L'amuse bouche erano lievissime cipolle fritte da immergere in una crema delicatamente verdolina. Ottimo il burro, va da sè; leggermente tegnissi il pane e i grissini, haimé. Ogni piatto era sempre completato da qualche succo o spuma che arrivava poi in un pentolino e che ci veniva versato su con amorose cucchiaiate dal cameriere, contento come stesse imboccando il pupo preferito.

La cucina si affacciava sulla sala con una finestra e ci permetteva di vedervi fumare la pentola più grande del mondo come un vulcano totemico; giovani dei molto seri si avvicendavano, chini sui piatti cui dare le ultime benedizioni prima di avviarli ai tavoli.

Molto vicino alla cucina di Geranium 2, un ristorante rappresentativo della nuova cucina del nord in cui andremo. Scopro poi che Kofoed, il cuoco di Geranium, ha lavorato nel ristorante dell'Angleterre.

Come diceva il menu: scallop, pumpkin texture; fillet of beef, smoked potato, winter cabbage, pickled onions; baked withe chocolate, toasted hazelnuts.

1 commento:

isolina ha detto...

Ollallà, quindi non solo prime colazioni ...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...