domenica 19 dicembre 2010

Tatin con papaia e camembert




Di Artemisia

Ho già provato la tatin con papaia e formaggio (qui e qui); usando formaggi molli e innocenti come il brie che ho aromatizzato con erbe o spezie; questa volta ho optato per un camembert che ho lasciato agire da solo, e l'effetto è sempre buono. Inoltre ho sostituito la sfoglia con la brisée, e mi è parso meglio. La papaia, poco dolce ma freschissima e di magnifico colore, si presta ottimamente alle preparazioni salate; io ne avevo una enorme comperata al mercato dell'Esquilino, dove si trova a prezzi che sono la metà di quanto la pago in centro e ne ho usata circa metà.

Dunque: sciogliere una noce di burro sul fondo di un tegame metallico e a bordi bassi, diametro circa 24cm; cospargerlo con un cucchiaio di zucchero, far caramellare facendo attenzione a non farlo bruciare.

Riempire il fondo del tegame con fette di papaia dai 3 ai 5mm di spessore, tappando bene tutti i buchi e procedendo con regolarità: quando rovescerete la tatin saranno in primo piano.

Affettare una foma di camembert e disporre le fette sopra la papaia.

Fare una brisée: 200g di farina, un uovo, 100g di burro, qualche goccia di essenza di vaniglia. Stendere un disco di pasta e con questo coprire la torta rincalzandolo torno torno come fareste con una copertina. Pressate leggermente per assestare la forma, bucherellate qua e là con uno spiedino per far uscire il vapore.

Mettete in forno già caldo a 200° per 30'. Rovesciate su un piatto resistente al calore e servite.

Nel menu di  Dicembre 2010. Una piccola festa quasi natalizia




Nota: si potrebbe sciogliere il burro, cospargere di zucchero e procedere con la papaia senza far carammellare lo zucchero sul fornello, ma come ho suggerito di fare permette di controllare meglio la procedura. Preferisco in questo caso uno zucchero scuro, anche molto scuro come il moscovado, ma non ne avevo.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...