domenica 2 novembre 2008

Crostini di castelmagno e cipolle rosse caramellate


Di Artemisia Comina.

Per circa 12 crostini.

Eh sì, cari amici, c’è castelmagno e castelmagno. Vero è che questo sembrava un po’ più stagionato, ma soprattutto è stato acquistato altrove rispetto all’abituale. E così quando Nunchesto si è accinto a trasformarlo in crema come aveva già fatto con successo, ha trovato una cedevolezza assai minore, che si è tradotta in maggiori contributi di latte e una cremosità alla fine differente, più sgranata. Comunque sempre adeguatamente piacevole. Ricordate che deve riposare un po’ al fresco per rassodarsi. Nel menu Novembre 2008. Una cena intorno a una pentola fumante e tre vini.

150g di castelmagno in scaglie in un pentolino a fondo spesso, un po’ di latte, fuoco basso, mescolare.

Come pane ho usato la cosiddetta frusta, una sorta di baguette italica insulsa se mangiata fresca, ma che si presta bene alle tostature.

Poi ho cotto nel microonde per 15’ due belle, grandi cipolle di Tropea che mi ha portato un’amica dalla Calabria, tagliate in quarti e aromatizzate con cannella, chiodo di garofano, anice stellato.

Le ho triturate con il coltello e messe in un padellino con una noce di burro e due cucchiai di zucchero molto scuro, in questo caso Panela. Mescolare.

Quando si sono caramellate, ho “spento” con un goccio di aceto balsamico.

Sale
e pepe nero appena macinato.

Quindi: rotonda fetta di frusta tostata, fiocco di crema di castelmagno, cucchiaino di cipolle caramellate.



2 commenti:

la belle auberge ha detto...

immagino ottimo l'abbinamento. Tra parentesi, quando l'altra volta cercai nel frigo il Castelmagno ...non ne trovai. Ora, fortunatamente, ce l'ho e ho pure la confettura di cipolle. Non ci sono più scuse :)))
un abbraccio
eu

OT: non riesco a starti dietro e mi sfuggono parecchie ottime cose.

artemisia comina ha detto...

un ri-abbraccio, eu!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...