giovedì 15 ottobre 2020

Torta con frolla aromatica, fichi, cioccolata


Da Artemisia

Strappo alla pioggia le mie prede: bacche, frutti, pigne, piume, foglie; rifò un orticello sul davanzale, con piante grasse salvate dai diluvi che si susseguono. Orto Botanico. Recupero il rospo di mezza estate, che vedemmo in lontananza, nell'acqua dello stagno del giardino roccioso, nuotare lento ed elegante come un signore a passeggio; una generosa ninfea rinnovava fiori rosa, non ne mancava mai uno; eppure è stagno a rischio, spesso svuotato perché con una perdita; equilibri precari, ma vita all'assalto; quel giorno ci svicolò davanti anche una serpuccia, piccola, svelta, con una testa rotonda e una coda filiforme, presto inguattatasi tra le erbe: chi era? Torta con frolla aromatica, fichi, cioccolata. Dalla nonna nata a Merano nel 1896 di Elena, un'amica, mi giunge un'impagabile Linzertorte del Leichterhof, ottocentesca. Molto bella. Molto buona. Con una pasta così ricca che basterebbe da sola. Poiché fo tortine per due reclusi, di 20cm di diametro, ne tengo metà per un'altra torta. Ho una composta di fichi senza zucchero, sana e insulsa; faccio della glassa di cioccolato amaro pure senza zucchero; mescolo, e - miracolo - ecco la buonezza. Sarà la farcia. Voglio coprirla perchè non secchi, ma fo un po' di griglia, perchè mi pare di non avere abbastanza pasta; sarà una via di mezzo tra coperta e grigliata. Naturalmente è buona, e migliore il giorno dopo.

Frolla

250g di burro, 250g di zucchero, 250g di farina00, 250g di mandorle con la buccia grattugiate non troppo finemente, 4 tuorli, pochissima buccia grattugiata di limone, 1cucchiaino e mezzo di cannella, 8-10 chiodi di garofano (triturateli con le le mandorle; oppure, un cucchiaino da caffè raso di polvere di chiodi di garofano; non sognatevi di diminuirne la quantità), una presa di sale

E' la dose per due torte da 20cm. Fare due panetti schiacciati, coprirli di pellicola, metterli in frigo a rarassodare. Ho fatto una Linzer, e con il resto - forse un po' più abbondante - questa.

Farcia:

Un vasetto di composta di fichi senza zuccheri aggiunti.

Glassa al cioccolato con panna 
300g di cioccolato fondente in pezzi nel boccale del bimby, tritare 1 min. a vel.7. Aggiungere 100g di panna fresca e 40g di burro e far cuocere 7', a 70°, vel.4.

Mescolare composta e glassa, metà e metà. Avanzerà, ma certo avrà un futuro.

Foderare con la pasta, stesa a circa 4mm, una fascia d'acciaio di 20cm di diametro, 4cm di bordo, poggiata su carta da forno.

Versarvi un cm e mezzo di farcia.

Coprire il centro con un griglia fatta di rotolini di pasta (regolatevi: vi ribatterete i bordi su, quindi non dovete arrivare fino al bordo, con la griglia). 

Ribattete il bordo di pasta libero verso il centro della torta, coprendo le estremità dei rotolini; cercate di essere regolari.

Adesso fate un rotolino lungo e fine, e deponetelo sul bordo del bordo ribattuto.

Avrete ancora un po' di pasta; fate dei pallini, e deponeteli sul fine rotolino, torno torno.

Fate scivolare la torta su una teglia senza bordi.

Forno a 180° per 45'.

Una volta fredda spolveratela con zucchero a velo













1 commento:

GufettaSiciliana ha detto...

E' una splendida tentazione d'autunno!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...