domenica 12 maggio 2019

Pizza farcita con pioggia di cipollotti


Di Artemisia

Ne faccio mezza dose e uso una teglia di 22cm; non avevo cipollotti, ma avevo una cipollotta grossa, ne uso metà, avrei potuto usarla tutta, bisogna cipolleggiare; nella foto ciò che succede se si mangia appena uscita dal forno; dopo dieci minuti sarebbe già più stabile, ma non resistemmo a mangiarla subito. E' figlia della Torta della signora Vittoria, ma con la farcia più bassa e semplificata, e condita anche sul coperchio.
 
Pasta: 10g di lievito di birra, 200g di acqua tiepida, 100g di latte, un pizzico di zucchero, 500g di farin00a, un pizzico di sale. Farla lievitare finchè non raddoppia. Dividerla in due, stendere due dischi di pasta (con queste dimensioni della teglia, avanzerà un po' di pasta).

In una teglia di 30cm di diametro leggermente oliata stendere un disco di pasta bucherellato con la forchetta.

Farcire con besciamella (fatta a partire da mezzo litro di latte e aromatizzata con la noce moscata) mescolata con 100g di mortadella triturata, 100g di pecorino mediamente piccante, una mozzarella, un pizzico di pepe verde.

Coprire con l'altro disco di pasta, sigillare bene i bordi, inciderli con la punta delle forbici in modo che cuociano bene.

Fare delle fossette abbastanza profonde sulla superficie della pasta con la punta delle dita e qualche buchino per sfiatare.

Ungere con olio d'oliva, spolverare con fleur de sel (o sale grosso) e abbondate origano, quindi con due-tre cipollotti tagliati a rondelle.

Far di nuovo lievitare, cuocere in forno già caldo a 250° per 20'.

Mangiarla calda, con l'interno fondente e la superficie croustillante.





Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...