mercoledì 8 maggio 2019

Paratha, variante con ravanelli



Di Isolina

Siccome la primavera si è mutata in autunno, con nebbie e fredde temperature che fanno rabbrividire le creature dell'orto, sono ricorsa al grande consolatorio rito delle mani in pasta. Il sapore della paratha con ravanelli risultò veramente buono, e credo che adotterò la miscela per altra a venire. La prossima vorrei farla con ruccola e feta. Insieme a una ricca insalata di foglie varie, costituisce ottima cena.

Per la paratha:

3/4 di tazza di farina0, 1/3 di farina di ceci, un pizzico di sale, 1/2 cucchiaino di peperoncino in polvere, 1/2 cucchiaino disemi di cumino, 1/2 cucchiaino di curcuma, 3 cucchiai di olio d'oliva (devo comperare il ghee!), acqua calda (non bollente, calduccia).

Ho impastato a mano piuttosto a lungo, e ne ho fatto una palla che ho messo a riposare sotto la ciotola invertita, come al solito.

Nel frattempo ho pulito e affettato finemente un mezzo mazzetto (pensando a quelli che si comperano) di ravanelli e li ho messi a rosolare in olio d'oliva con un mezzo piccolo  cipollotto per intenerirli.

Ho steso la pasta in largo tondo, l'ho spennellata d'olio d'oliva e cosparsa con i ravanelli, quindi l'ho arrotolata non strettamente su sé stessa, l'ho stirata un po' in lunghezza a l'ho avvoltolata a chiocciola.

Delicatamente ho spianato la chiocciola.

Ho scaldato una padella di ghisa leggermente unta d'olio d'oliva, quindi ho cotto la paratha girandola una o due volte.










Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...