sabato 9 giugno 2018

Coniglio alla stimpirata


Da Artemisia

Nunchesto é piaciuto; forse perché era il primo pezzo di carne che vedeva dopo giorni, sembrava davvero contento.

Pulite un coniglio, lavatelo e tagliatelo a pezzi.

Mettetelo a marinare per 12 ore nel vino rosso insieme a qualche spicchio d'aglio, un gambo di sedano, dei grani di pepe nero.

Preparate peperoni, carote e patate (complessivamente, 1 kg circa ): lavateli, tagliateli a pezzi, salateli e friggeteli separatamente.

Tirate fuori il coniglio dalla marinata (non buttate il sedano).

Mettetelo in una padella larga, ponetelo sul fuoco, fategli asciugare l'acqua.

Aggiungete olio d'oliva, fatelo rosolare bene (punto importante: bene; non tagliate corto); salatelo, pepatelo.

Aggiungete il sedano a pezzetti scolato dalla marinata, una manciata di capperi dissalati, le
verdure fritte e un'altro po' d'olio d'oliva, fate cuocere il tutto per 20' circa, mescolando di tanto in tanto (ho aggiunto anche la marinata).

A fine cottura aggiungete mezzo bicchiere d'aceto e fate evaporare.

Si puo' servire sia freddo che caldo.

3 commenti:

GufettaSiciliana ha detto...

Ricetta tradizionale del ragusano: meravigliosa!

artemisia comina ha detto...

Grazie della conferma; contenta anche di conoscere la zona 👍

isolina ha detto...

un giorno proverò... bellissima ricetta

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...