venerdì 3 novembre 2017

Baccalà con capperi, olive e limone confit

 

Di Isolina o Brassica Illirica

Interessante, anzi, di più.

Come si suole,  metto in ammollo il baccalà per 24 ore,  per comodità a pezzi non troppo grossi.

Questi li infarino con farina di ceci sperando in una interessante sfumatura di sapore e un sugo finale più denso.

Li faccio dorare in una padella antiaderente con poco olio d'oliva e li metto in attesa.

Vado poi a soffriggere abbondante cipolla rossa e ramata, tagliata a velo, in olio d'oliva con peperoncino non troppo piccante.

Il tutto va lentamente fino a consunzione; allora bagno con poco aceto.

Faccio evaporare e aggiungo del limone confit e pomodori tagliato in tocchetti piccolissimi, incoperchio e cuocio fino a salsare ma non troppo, e allora aggiungo una bella manciata dicapperi e abbondanti olive nere.

E' ora di calare i pezzi di baccalà e proseguire la cottuta a fuoco dolce, per circa un quarto d'ora.



Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...