sabato 21 ottobre 2017

Torta con farina integrale, miele e marmellata di albicocche; bruttarella e buonissima.




Artemisia fa una Torta di ciliegie con miele e farina integrale di Eugenia; è molto buona e aromatica; vuole riprodurla in piccolo e con altro al posto delle ciliegie; prova e riprova: ci mette prugne, ci mette pesche: ora le pare troppo, ora troppo poco; finalmente ci versa dentro della marmellata di albicocche ricevuta in dono da Polsonetta e le pare perfetta; bruttarella, profumatissima, perfetta; ne mangia a quattro palmenti (anche le bocciate, in verità; l'impasto aromatico, sgranellato di mandorle, è irresisitbile).


Lasciate ammorbidire 100g di burro a temperatura ambiente. Amalgamatelo bene a 50g di miele; aggiungete 2 tuorli, uno alla volta, e 100g di mandorle tritate grossolanamente.

Aggiungete 50g di farina integrale e insaporite con un pizzico di cannella, uno di chiodi di garofano, la scorza grattugiata di 1/2 limone e 2 cucchiai di rum.

Montate a neve 2 albumi e incorporateli all’impasto.

Versate metà del composto in una teglia (20cm) imburrata e infarinata, ricoprite con 150g di marmellata di albicocche e poi versatevi (accomodatevi, in verità, vedi poi) sopra il resto del composto.

Forno già caldo a 190° per 30’.

Nota: versatevi è alquanto sbrigativo, se sotto c'è della marmellata; fate così: composto a cucchiaiate torno torno, appoggiato ai bordi infarinati della teglia, poi lo tirate sulla marmellata con i rebbi bagnati di una forchetta. Oppure schiaffate in sac à poche e ci fate su una bella spirale.


I tentativi bocciati; con le pesche: strato troppo sottile, troppo asciutto;  con le prugne: strato troppo spesso, troppo bagnata (sparite in poco tempo grazie al succitato impasto aromatico e grannelloso).




Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...