venerdì 7 ottobre 2016

Rognone bizzarro con salvia e curry






Di Isolina, o Brassica Illirica

Ogni tanto mi permetto un piatto tutto per me.

Vidi un bel rognone, non troppo grosso, e lo afferrai. Fu messo a bagno in acqua e poco aceto a spurgare.

Dopo qualche ora, lo misi a scolare.

Poi l'ho tagliato levando il grasso centrale e confesso che non lo faccio molto bene, mi manca la pratica, ma insomma si fa.

Dopo di che, fu infarino.

Non avendo voglia di andare a cogliere il prezzemolo, per fare la classica trifolatura, ho ripiegato sulla salvia che è qui fuori dalla porta. In padella salvia a striscioline, polvere di curry, un minuscolo peperoncino, burro (con il rognone mi sento milanese).

A burro schiumante ho messo il rognone e ho fatto andare a fuoco vivacissimo, sperando che non diventasse duro, ma che andasse al punto giusto. Una schizzata finale di vino rosso, ma proprio uno schizzo, sale.

Divino; poi ho aggiunto dei fagiolini, ma solo perché passavano di lì. A qualche amatore farà arricciare il naso, ma...

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...