martedì 7 giugno 2016

Una torta di spinaci come lo scudo d'Atena.




Di Artemisia

Pasta: una cup (250g) di vino bianco secco, una di olio d'oliva, un pizzico di sale, la farina00 che prende.

Ripieno: 500g ricotta di mucca, 250g spinaci pesati già lessati e strizzati, 100g di mortadella, 50g parmigiano grattugiato, un uovo. Frullare (ne avanzerà un po', diciamo una cup).

Fare due dischi di pasta (è molto maneggevole, non richiederà infarinatura, o quasi, del piano di lavoro) uno leggermente più grande. Circa 25cm.

Sul disco più piccolo fare un anello di ripieno costeggiando il bordo ma tenendosi distanti un tre dita, e poi una cupoletta al centro.

Spennellare il bordo con acqua.

Sovrapporre l'altro disco.

Poggiare una tazza a misura sulla cupoletta di ripieno, che farà adeguato bozzo; aggiustare la pasta sull'anello di ripieno, regolarizzando; sigillare i bordi.

Rifilare i bordi sovrapposti con una rotellina dentata.

Con un coppapasta, fare tagli raggera dal bordo alla tazza, incidendo anche il bordo. Iniziare da due tagli ortogonali ("saltando" la tazza, ovviamente) e poi procedere. A un certo punti la pressione del taglio aprirà la pasta e vedrete apparire un'asola verde.  E' ora di smettere di tagliare, dopo aver fatto l'intero giro di asole verdi.



Togliete la tazza.

Con un po' di pasta avanzata fate un "cordoncino", un sottile cilindretto, abbastanza lungo da fare il giro della cupoletta, e un altro più lungo. Poggiate il cordoncino più corto lungo il solco della cupoletta, e quello più lungo al suo interno, finendo con un movimento a spirale e con un ricciolo sulla sommità della cupoletta. Con la punta delle forbici messa in obliquo sfrangiate i due cordoncini.


Con un rosso d'uovo battuto spennellate la pasta.

Forno a 180°/200° (sapete come sono i forni, ognuno va per suo conto) per circa 40'.

Nota: vagheggiando tutte le infinite torte a fiore o stella presenti sul web, m'è venuta, per caso, questa nuova forma.  


 

5 commenti:

la belle auberge ha detto...

Stupefacente!
...devo solo capire cosa significa "taglio ortogonale"...scusate l'ignoranza :-)

artemisia comina ha detto...

immediati grandi dubbi di aver detto una fesseria :)

credo si possa dire perché idealmente i primi due tagli "attraversando" la tazza si incrocerebbero creando quattro angoli retti; e poi tutti gli altri di conserva....

la belle auberge ha detto...

ora le nebbie si diradano; grazie della spiegazione :-)

qbbq ha detto...

ehmmmm io ho avuto tra lo zero il cinque per tutti i miei sudatissimi anni di liceo in matematica, fisica, trigonometria, proiezioni ortogonali eccc... torta bellissima, ma, confesso, non sto esagerando, spiegazione tagli ortogonali mi fa ripiombare in quegli incubi liecali... ora mi preparo camomilla e mi metto ben benino a capire.... mostrata a paul stamane e commento: "...whoa!! a-m-a-z-i-n-g ... ..." e poi, senza che io nulla dicessi,"...ah, it must be artemisia!".

artemisia comina ha detto...

ecco come si dice! due tagli ad angolo retto :)

voi non sapete quale sia il mio, di rapporto con la matematica (da badante).

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...