giovedì 26 marzo 2015

Torta mumble mumble. Mele, pistacchi, crema di nocciole e cioccolato.






Di Artemisia

Riflettevo, mumble mumble, su questi avanzi: 140g di pasta di pistacchi; 150g di crema di nocciole e cioccolato, artigianale; un purè di mele (tre mele sbucciate, a pezzetti, cotte senza acqua fino a ridurle in crema). 


Al purè di mele ho aggiunto due rossi d'uovo, un cucchiaio di zucchero moscovado ottimo e la crema di nocciole, battendo con le fruste elettriche.

Alla pasta di pistacchi ho aggiunto tre bianchi battendoli insieme a quella, poi ho aggiunto 100g di granella di pistacchi di Bronte e due cucchiai di cassonade scura mescolando con una spatola; ho ottenuto una crema.

Ho steso questa frolla: 200g farina, 100g burro, 50g zucchero,
su un pezzo di carta da forno. Ho trasferito su una teglia da forno.

Ho poggiato sulla frolla una fascia di acciaio di  20cm di diametro, bordi bassi, tagliando la pasta; poi ho rivestito i bordi con i ritagli. 

Ho versato nel guscio la crema di mele, sopra vi ho sfiocchettato la crema di pistacchi, qua e là, tirandola con i rebbi di una forchetta perchè si distribuisse (tende ad affondare, è più pesante della crema di mele). 

Ho fatto un giro di fioristelle con la pasta avanzata. 

Forno a 170° per 30' circa. 



Appena uscita dal forno c'era il rischio fratture nell'uscita dalla fascia per il ripieno alquanto prodigo e gonfio; ho passato una sottile lama torno torno, rincalzando con molta delicatezza certe esuberanze, prima che raffreddasse. L'ho poi sgusciata da fredda. 

La crema di pistacchi si potrebbe mettere sul fondo, visto che senza dubbio alcuno è più consistente del puré di mele, ma anche così si può fare. Non mi dispiace la sua macchia rugosa in superficie. A metà cottura ho coperto con una lamina di carta alluminio per evitare che brunisse troppo.

L'uso del purè di mele, del bianco d'uovo, di questa frolla molto friabile la rende lieve. Buona e diversa, mi parve. 






11 commenti:

Valentina ha detto...

riflettendo riflettendo, mi pare che tu abbia tirato fuori un gran bel dolce :)
ricorda una frangipane, ma molto alleggerita, mi piace molto e ha tutti ingredienti che ho a portata di dispensa :) mi sa che amo la frutta secca almeno quanto te!

artemisia comina ha detto...

:) sono soddisfatta, effettivamente.

aleppo oppale ha detto...

proprio bella!
artemisia, scusa,
mi intrufolo qui per strapparti un consiglio per napoli.
hai due indirizzi da non perdere in città?
grazie,
alessandra

artemisia comina ha detto...

di che tipo? a Napoli di cose da non perdere ce ne sono troppe!

aleppo oppale ha detto...

mangereccio! :)

artemisia comina ha detto...

per cominciare, un semplice classico

http://aaaaccademiaaffamatiaffannati.blogspot.com/2007/11/napoli-ristorante-europeo-mattozzi.html

aleppo oppale ha detto...

grazie!
ho fatto un po' di ricerche, ma ho tre giorni scarsi
e mi sembra valga la pena tutto!!
così ho pensato a te e a due indirizzi secchi. mi fido ciecamente.
conosci la stanza del gusto?

artemisia comina ha detto...

sì è carino

artemisia comina ha detto...

niente male i due per la pizza Michele senza prenotazione e molta fila

artemisia comina ha detto...

aleppo:

http://aaaaccademiaaffamatiaffannati.blogspot.it/2007/11/napoli-molino-caputo-e-pizzerie.html

aleppo oppale ha detto...

grazie, artemisia!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...