giovedì 6 novembre 2014

Crema di zucca con le gallinelle o finferli




Di Artemisia

Per 4

Fate la crema: scottare in una pentola uno spicchio d’aglio con un peperoncino in poco olio d'oliva.

Aggiungere1kg di zucca barucca (pasta molto soda, sapida, pesata già pulita) tagliata a piccoli pezzi e mezzo bicchiere d’acqua. Sale.

Due parole sull’acqua nelle creme di zucca: se le volete dense, come dovrebbe essere questa, aggiungete poca o nessuna acqua. Qui ne consiglio mezzo bicchiere poiché suppongo si tratti di una zucca a pasta molto dura. Altrimenti, con zucche più acquose,  il liquido che produrranno in cottura sarà ampiamante sufficiente. 

Dopo venti minuti, mezz’ora, la zucca sarà del tutto tenera e disposta ad essere ridotta in crema, cosa che farete, per esempio con un minipimer.  Ora non vi resta che assaggiarla, e valutare se un pizzico di cannella ci starebbe bene. A me è capitata una zucca così sapida, così pungentemente zucca, che la cannella gli ha giovato. L’ha addolcita un po’.  

400g di funghi gallinelle o finferli, delicatamente spazzolati per togliere l’eccesso di bosco che ancora si portano addosso. Tagliate a metà i più grandi. Fate cuocere i finferli in padella con olio d'oliva, un pezzetto di peperoncino,uno spicchio d'aglio (entrambi tolti a fine cottura) sale. Fuori dal fuoco aggiungete un ciuffetto di prezzemolo triturato.

Tostate quattro fette sottili di pane casereccio con la mollica compatta dopo averle tagliate a misura delle ciotole individuali che vorrete usare: tenete presente che le poggerete sulla crema, facendo su di essa una sorta di coperchio, che sarà poi del tutto rivestito di finferli.

Versate la crema calda nelle ciotole, coprite con il pane appena tostato e croccante, poi con i funghi. Adesso rifinite ogni ciotola con una spirale di olio exravergine d'oliva veramente buono e portate in tavola.

L’arancione della zucca e quello dei finferli si sposano benissimo, ma haimé, niente foto.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...