lunedì 28 maggio 2012

Uccelletti scappati





Da Isolina

Altrimenti detti involtini. La storia, un po' fantasiosa, vuole che gli uccelletti scappando lasciassero la salvia... Comunque, questa versione non è proprio ortodossa.

Fettine di lombo di maiale debitamente affinate col batticarne; sopra ad ognuna una fetta di capocollo non troppo sottile. Non si sala per via della saporosità del capocollo.

Si formano gli involtini/uccelletti, si stende una bella foglia di salvia, sopra di questa una sottile mezza fetta di limone e si lega il tutto con erba cipollina (così evitando il fastidio dello spago o dello stuzzicadenti sul piatto; sbollentatela per renderla flessibile).

In un tegame che li possa contenere in un solo strato, si scalda bene l'olio d'oliva con due spicchi d'aglio che si tolgono appena imbionditi. Si arrosellano bene, girandoli delicatamente almeno una volta, si sala e quindi si sfuma con del vino bianco. In dieci minuti tutto è fatto e molto soddisfacente.

Accompagnati da piselli e carciofi stufati, la fine del mondo.


3 commenti:

giuseppina ha detto...

Questo era un piatto che faceva mia mamma e li serviva con la polenta .Era un piatto ricco ,da pranzo domenicale . Ne conservo un ricordo commovente .

artemisia comina ha detto...

il modo con cui la fa Isolina mi seduce parecchio.

breachofconfidence ha detto...

a casa mia la salvia va dentro con il prosciutto crudo e talvolta un bastoncino di pane ammollato nel latte. ma le variante sono infinite...
io mi risparmio lostecchino o l'erba cipollina mettendoli a cuocere in olio caldo con il lembo in basso, così si salda subito.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...