martedì 18 ottobre 2011

Gnocchi (o gnudi) di ricotta e borragine


Artemisia fa una ricetta di Rosita Missoni

E' possibile bollirli in anticipo, poi metterli in un tegame da forno, condirli e gratinarli al momento di servire (l'effetto non è il medesimo, ma è gradevole). Oppure: Cuocere gli gnocchi in anticipo. Appena frullato, l'impasto è morbido e molle; si possono fare gli gnocchi versandone cucchiaini in un piatto pieno di farina e lavorarli evitando di toccare il composto non infarinato; dopo un giorno in frigo l'impasto diventa molto più sodo.

1 kg di borragine (o spinaci, o bieta) sbollentato e ben sgocciolato, strizzato e tritato.

Mescolare 500g di ricotta di mucca, la verdura e 100g di parmigiano; salare e pepare.

Mettere in una scodella 50g di farina.

Fare degli gnocchi grandi come una noce passandoli nella farina subito prima di cuocerli poi e immergerli nell’acqua bollente salata.

Cotti appena tornano alla ribalta.

Metterli nel piatto di servizio caldo e cospargerli con 50g di burro, che è stato fuso con una foglia di salvia, e del parmigiano grattugiato.


***

Aprile 2017

Rifatti in un aprile in cui i contrasti si sprecano: a giorni estivi succedono giorni invernali, il camino viene acceso di nuovo mentre le rose splodono; Nuvola cerca poltrone morbide.








 



4 commenti:

Unknown ha detto...

Partecipa anche tu al mio primo dolce contest!

http://dolciechiacchiere.blogspot.com/2011/10/il-mio-primo-contest.html

artemisia comina ha detto...

tantissimi auguri Serena; il contest non so, non partecipo praticamente mai, non ce la fo a starci dietro :))

nepitella ha detto...

Questa ricetta è un ever green. Fatta rifatta e mai abbandonata. Adatta a tutte le situazioni.

Anonimo ha detto...

io li faccio uguali poi però tutti viscini viscini nella teglia a fare la crosticina in forno. slurp!
Alessandra (G.)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...