mercoledì 22 giugno 2011

Barattoli di pesce profumati


Da Nepitella Partenopea

Procurarsi dei barattoli da conserva di vetro con chiusura ermetica, misura media.

Lavarli ben bene.

Mettere in ogni barattolo due pomodorini tagliati a metà, un ciuffo di prezzemolo, uno spicchio di aglio o mezzo cipollotto fresco, un piccolo trancio di rana pescatrice e di scorfano privati della lisca e della pelle, due vongole e due cozze di provata freschezza, olio extra vergine di oliva e un pizzico di sale.

Chiudere i barattoli, immergerli in un grosso pentolone con acqua in ebollizione e lasciarli per 1/2 ora circa.

Aiutandosi con qualche arnese (io ho usato la parte posteriore di un mestolo come un gancio con il quale ho arpionato i barattoli) tirare fuori i barattoli, pulirli con uno strofinaccio.

Servire con dei crostini di pane tostato, che permetteranno di recuperare l'ottimo brodetto che si formerà all'interno.

Quando il barattolo viene aperto diffonde un profumo meraviglioso.

Questa stessa tecnica si può applicare con qualsiasi tipo di pesce o verdura.

Nel menu di Maggio 2011. A cena da Nepitella 





6 commenti:

Taglia46 ha detto...

Tenedo il barattolo sigillato, si possono anche conservare in frigo, per qualche giorno?
Bello questo blog. Bentrovati.

artemisia comina ha detto...

ho il forte sospetto che non ci guadagnino.

Diletta ha detto...

Io chiamo questo tipo di cottura albanella...l'ho imparato sul forum CI.
E trovo che sia chicosissima!!!

Un sorriso buono buono,
D.

artemisia comina ha detto...

a proposito di chiccosissima, ho visto dei barattolini da uovo di quaglia (intendo dire piccini, da piccolo boccone) che mi sarebbero garbati assai, ma non ci potei mettere la mani su.

comunque, mi proverò con questo e con quello con barattoli di medie dimensioni.

artemisia comina ha detto...

PS. ben venuta, taglia46 :))

Faby ha detto...

Ma poi con il sottovuoto che si è formato come si aprono?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...