martedì 1 marzo 2011

DA IDA E ALFREDO



Cura, attenzione, tradizione, prodigalità, esorcismi contro la fame, congiunzione di grazia ligure e emozionalità partenopea, questo offrono Ida e Alfredo quando convocano alla loro tavola.

Lei per amor di lui cucina pastiere e pizze con la scarola che lo riportino al Vomero, lui sovrintende perché tutto sia in riga e contribuisce con salsine, la scelta di munifici vini rossi, la preoccupazione costante che si fonde con la tranquilla, ironica sicurezza di lei.

Palline di formaggio, crostini, petto d'oca, cetrioli con formaggio e pomodorini, sformato di verdure, pizza con la scarola, involtini, peperoni arrosto, polenta e salsicce, panna cotta, pastiera ...sul tavolo arrivano in corteo i piatti che la sapienza di generazioni, il Talismano della felicità e un giorno di tranquillità hanno permesso alla cuoca di allestire.

Per conoscere Ida e Alfredo, vedi anche Una perfetta cena anni '50.

1 commento:

Il Condominio Culinario ha detto...

saper unire e fondere tradizioni culinarie diverse, mantenendo riconoscibilità e caratteristiche fondanti, è una delle cose più complesse che si possano fare in cucina.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...