martedì 21 dicembre 2010

Pizza con verza rossa e pancetta.


Di Artemisia

La solita serata di lavoro, ma con amici. Ho da parte queste verze rosse stufate. Aggiungo 200g di pancetta affumicata a dadini, rosolata.

Faccio questa pasta meridionale, che fa dare il nome di pizza alla torta: 300g di farina00, un pizzico di sale, tanto olio di oliva delicato quanto vino bianco secco (cominciare con mezzo bicchiere dell'uno e dell'altro), finché non si ha una pasta morbida che un po' lavorata diventerà liscissima e manegevolissima.

Fare il guscio con questa pasta, farcire con la verza con la pancetta, spennellare la pasta di uovo battuto (però un po' la indurisce, quindi potreste optare piuttosto per una spennellatina d'olio d'oliva) cospargere di semi di papavero.

Forno già caldo a 200° per 40' (ovvero, finché non è dorata).

Lo schieramento di bottiglie era significativo, come capita con Nunchesto Bibendum alla cantina.


6 commenti:

daniela calme et cacao ha detto...

artemisia cara,

tornando a casa stasera con il sacchetto della spesa tra le mani gelate, mi sono chiesta quanto potrà essere bello e raffinato il tuo pranzo di natale...

abbracci lontani lontani

fizzi ha detto...

mi hai letto nel pensiero? quella pasta lì la faccio da sempre, la faceva la mia nonna,a volte anche senza il vino, sarà in tavola da me a cena di oggi,la verza è un gran suggerimento,grazie.
Ti abbraccio, stanotte ho bisogno di farlo,poi ti spiego,vediamo domattina quante speranze avro' dal dottore.'notte

artemisia comina ha detto...

il mio pranzo lo farò cucinare dagli gmomi. io sono qui, tranquilla, a godermi la luce argentea di dicembre. auguri a tutte e due.

Anonimo ha detto...

Ma il lievito non ci va? grazie e complimenti per le ricette

artemisia comina ha detto...

No, niente lievito :)

artemisia comina ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...