martedì 14 aprile 2009

Frullato di mango, papaia, frutti della passione e acqua di rose.



Di Artemisia

Per due bicchieri

100g di dadini di mango sbucciato, 100g di dadini di papaia sbucciata e privata dei semi, la polpa di due frutti della passione, semi inclusi, 120g di yogurt greco intero, 100g di latte, mezzo cucchiaio di acqua di rose, due cubetti di ghiaccio.

Frullare tutto, versare nei bicchieri.

Mettere in cima al frullato la polpa di mezzo frutto della passione.

Se si vuole, si può aggiungere un cucchiaino di miele, per esempio di alianto.


Ottimo disse Artemisia alquanto soddisfatta; i semi frullati restano sotto forma di minuta granella che non disturba neppure lei, che non sopporta nemmeno gli acini dell’uva. Artemisia è debitrice di questa bevanda nei confronti di 500 succhi e frullati di Christine Watson, Il Castello 2009, non tanto per la ricetta, quanto per essere stata lanciata da lei nel mondo dei frullati. Una volta appreso il paradigma, la variazione viene da sè, sia per voglie improvvise, che per ingredienti disponibili.

11 commenti:

pinguil ha detto...

paradigma platonico, ossia visione poliedrica della stessa realtà... bello se associato al mondo dei frullati.. l'entità forte del sapore e l'entità metafisica della consistenza.... brava artemisia: chapeau!!

Duck ha detto...

dopo una giornata stonata, ritrovarsi in quest'oasi di bellezza e leggerezza è un balsamo.
grazie artemisia, non sai quanto bene mi fai.
buona serata!

Artemisia Comina ha detto...

gentili fanciulle, grazie, la vostra partecipazione lieta, viva e fantasiosa mi fa felice :))

Duck ha detto...

artemisia, abbi pazienza con me.
a quest'ora sragiono e strologo. ho cancellato, non volendolo, l'email con la quale mi veniva notificato il tuo commento sul mio blog.
non ho neanche fatto in tempo a leggerlo. potresti rimandarmelo?
grazie tante tante

Duck ha detto...

ti rispondo anche qui e ti ringrazio per la pazienza.
ma tu sei anche l'artemisia di anobii che ha visitato la mia libreria, vero? ho letto un suo commento bellissimo su montedidio.

Artemisia Comina ha detto...

no no, non sono quella, ma prometto commenti bellissimi appena mi capiterà :DDD

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Eccomi dopo un lungo periodo che manco dal tuo blog, quante belle cose da leggere e da vedere. Ma questo frullato mi vien voglia di berlo subitissimamente. Proprio ieri ero indecisa se comprare dei frutti della passione, non sono mai stata fortunata ed erano sempre rinsecchiti anche dentro. Solitamente compro un altro frutto esotico molto simile, la grenadilla, la conosci?
Un abbraccio
Alex

Artemisia Comina ha detto...

cara alex, o il forte sospetto che grenadilla o granadilla, maracuya, frutto della passione siano modi per nominare la stessa famiglia di frutti, che se si presentano un po' diversi fuori, sono poi assai simili dentro,

come questoottimo con il pesce, vedi la cheviche.

poppy ha detto...

www.enpa.it per non dimenticare chi soffre!

astrofiammante ha detto...

ciao Arte, ma quanto hai postato....ho ben di che leggere in questo week end :DD, baci!

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Si, intendevo proprio quella granadilla. Sono sicuramente della stessa famiglia, ma leggermente diversi nel sapore e nel colore. Io la granadiglia la mangio col cucchiaio come un uovo sodo :-)) La adoro.
A.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...