mercoledì 25 luglio 2007

Insalata di foglie e frutta


di Leccardo Adriatico e Triglione Nebbioso

Trascrizione di Artemisia. Si tratta di una paradigma. Poi lo declinate come vi pare. Dico quello che i Trigli proposero quando l’assaggiai.

Per 10 persone:

Un ciuffo di foglie di cappuccina, un ciuffo di foglie di radicchio rosso, un ciuffo di foglie di indivia riccia, un ciuffo di foglie di rughetta, mezzo melone, un avocado, un pompelmo rosa, due cipolline fresche tagliate a rondelle.

Fare una vinaigrette con: olio extravergine d'oliva, quattro cucchiaini di senape, due cucchiai d'aceto di vino, sale, e metterla in un'ampolla.

Prendere un piatto di portata ampio e spianato. Tagliare le foglie di insalata a piccoli pezzi. Disporre nel piatto il melone e l'avocado tagliati a piccole fettine assai sottili, il pompelmo tagliato a spicchi, tutte le foglie, facendo delle mezzelune concentriche con ogni ingrediente, senza mescolare. Per esempio: iniziare facendo una "rosa" al centro con il pompelmo, poi appoggiarvi una mezzaluna di rughetta e una di lattuga, poi una di melone e così via. Cospargere sul tutto le cipolline. Condire a tavola con la vinaigrette emulsionata e mescolare.

Versioni di Artemisia

Il piatto piano e largo ha due scopi: mostrare i bei colori dell'insalata ed evidenziare tutti gli ingredienti nella loro accattivante varietà (il principio vale anche per insalate senza frutta); permettere la facile convivenza di elementi leggeri (le foglie) e pesanti (la frutta). Al momento di mescolare, farlo con cura e delicatezza: il diverso peso degli ingredienti crea delle inerzie (per es.: l'avocado, anche grazie alla sua cremosità adesiva, tende a non mescolarsi facilmente al resto). Oppure trasgredire al diktat Mescolare Molto Bene delle insalate e fare giri di condimento accurati che grazie alla superficie piana funzioneranno.

Una versione ha fatto parte di  Giugno 2009. Una cena con la frutta dall'antipasto al dolce (per dire: radicchio rosso, indivia belga, cappuccina, arance, pompelmi rosa, mezzo melone, cipollina fresca, un ciuffo di foglie di menta piperita. Per il resto, tutto come i Trigli).

Un'altra - vedi foto di esordio del post - del menu di Luglio 2007. Una calda serata di trame augurali, un' altra, con sole fragole, nel menu di  Maggio 2015. La cena delle peonie

Aggiornamento Settembre 2017

Con mele e mirtilli rossi, nel menu di  Settembre 2017. A sorpresa, una cena di compleanno



Aggiornamento Dicembre 2018

Versione con insalata mista meravigliosa del Gioielliere di Campo dei Fiori, clementine pelate al vivo e ribes rosso, più un aceto agli agrumi che emulsionato con olio d'oliva e.v. ha fatto splendido condimento, a dimostrazione che insalate insulse sono solo colpa del cuoco. Nel menu di Dicembre 2018. La viglia, quattro umani e quattro Krampus


Insalata mista del Gioielliere di Campo dei Fiori, cachi mela, mirtilli, aceto agli agrumi emulsionato con olio d'oliva e.v.. Nel menu di Dicembre 2018. Per cena poco e niente, ma molte lucette natalizie



Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...