giovedì 26 luglio 2007

Brioche con le ciliegie.




Da Artemisia Comina

Prima di tutto, vi dò una buona ricetta di brioche.

Brioche di Laura Ravaioli

– 100g manitoba (altrimenti, farina normale)-  –  –  –  –  - .

Impastare bene 400g farina00, 5 uova e 20g lievito di birra (sciolto in 25g di acqua a temperatura ambiente; il caldo uccide i microoganismi del lievito).

Aggiungere 60g zucchero e 10g sale (se entrano in contatto con il lievito, lo zucchero accelera, il sale rallenta la lievitazione).

Lavorare l'impasto.
 
Poi 250g burro a pezzetti ammorbidito, un po' per volta, sempre impastando.

Prima di aggiungere  l'impasto si lavora molto, poi poco.

Si mette in frigo (perchè lieviti lentamente) a lievitare (da 12 - minimo - a 24 ore). Si utilizza un contenitore ben alto, o due (per es. due ciotole uguali chiuse a formare una sfera), sigillati con pellicola, perchè la pasta crescendo non batta la testa.

Quando si recupera la pasta lievitata, che da molle che era sarà ben rassodata, la si lavora per farla lievitare di nuovo, questa volta a temperatura ambiente, per un'ora e mezza e cuocere per 30' a 180°.

Sformare aiutandosi con la gratella per dolci, sulla quale si lascia poi ad asciugare.

Dopo cotta si può congelare.


Variazione alle Ciliegie di Artemisia

Ho aggiunto 20g circa di zucchero all'impasto, per il resto tutto uguale.

Dopo la prima lievitazione ne ho fatto un salamotto spesso, affettato in fette di un cm e mezzo circa, 18, che sono state appiattite e arrotondate sul piano di lavoro, e aiutandomi con un po' di farina, trasformate in dischi.

Al centro di ogni disco ho messo due ciliege snocciolate, e l'ho ripiegato come fosse un fagottello sferico.

A questo punto ho deposto i fagottelli arrotondati, con la parte liscia in alto, in una teglia di 26cm di diametro, rivestita di carta da forno bagnata e strizzata.

Alla fine, erano 18 palline farcite di ciliege, per un totale di 36 ciliegie. (la prossima volta, tre ciliege per pallina). Con la pasta che avanzava ho fatto palline senza ripieno deposte qua e là. L’ultima foto, con la brioche cruda, fa capire la disposizione dei fagottelli.

Sulla superficie ho spennellato latte caldo in cui avevo sciolto un po' di zucchero, e ho spolverato il tutto con zucchero in granelli, infine ho messo ancora 9 ciliegie per decorare.

Ho fatto lievitare mezz'ora (temperatura di luglio) quindi ho messo in forno per 30’ a 180°.

2 commenti:

sabrine d'aubergine ha detto...

Bella questa brioche alle ciliegie, mi ricorda i miei panini con le giliegie (ma io uso meno burro...). La proverò, perchè mi incuriosisce la storia della ievitazione in frigo. Grazie per l'idea! A presto

Artemisia Comina ha detto...

panini con ciliegie? vengo a vederli :)

PS:BUONA ESTATE.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...