mercoledì 24 giugno 2009

La pioggia di manna. Il Maestro della pioggia di manna, Dieric Bouts, Bacchiacca, Anonimo olandese






La manna della Bibbia piovve per 40 anni, i lunghi anni dell'attraversamento del deserto. Pioveva per sei giorni, doppia razione il venerdì, per permettere un sabato di riposo. Non bisognava prendere nè di più, nè di meno di quanta non se ne mangiasse in un giorno: a riporla, tranne che il venerdì sera, andava a male. Sapeva di focaccia di miele. Ma anche, assumeva ogni sapore, il preferito di chi la mangiava, poichè cari miei, era cibo divino (e, francamente, mangiar miele per quarant'anni...). Piccolo particolare con molti risvolti: con la manna, niente pupù.

Ma il meglio è come si presentava, come gelo canuto, perle colorate, seme di coriandolo:

La manna scese come la rugiada. Essi la chiamarono "Manna, Man hu", che vuol dire, "che cosa è questo"? "è una razione"; "è la razione che il nostro Dio ci ha assegnato e noi la prenderemo e Gli saremo grati". Era un cibo gustoso e salutare. La manna piovve dal cielo e apparve quando la rugiada si sciolse, come una parte piccola intorno a qualcosa, così piccola come il gelo canuto, come seme di coriandolo, simile a perle colorate. La manna cadeva solo sei giorni alla settimana e in quantità doppia il sesto giorno; covava vermi e diventava nociva se mantenuta più di un giorno, a parte il sabato. Il popolo non l'aveva mai vista prima. Si poteva macinare in un mulino o schiacciare in una malta e farne focacce da cuocere. Piovve per tutti i quaranta anni che gli Israeliti rimasero nel deserto, dovunque essi si trovassero e cessò quando essi arrivarono a Canaan. Appariva diversa da qualsiasi cosa provata prima. Essi dovevano raccogliere la manna ogni mattina. 

Esodo 16. Da la parola.net

Oggi alcuni la identificano con un lattice zuccherino prodotto da vari tipi di piante, tipo il frassino, ma - udite - anche alcuni tipi di artemisia. Il maggior produttore è la Sicilia.



Master of The Gathering of Manna (ca. 1460-1470) Musée de la Chartreuse, Douai
wikipedia

Unknown master (1510-1520) Amsterdam, The State Museum
bilistar.net


Dieric Bouts. Polyptych The Last Supper (1464-1468) Lovanio. Collegiata di san Pietro
blistar.net


Francesco Ubertini detto il Bacchiacca (1540 1555) Washington, National Gallery of Art
wikimedia

 

2 commenti:

Barbara Palermo ha detto...

... grazie Madama!

artemisia comina ha detto...

prego, cara ;))

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...