venerdì 18 settembre 2020

Fichi al forno con formaggio di capra e marmellata di fichi

Di Artemisia

Orto Botanico: i parrocchetti monaci fanno incursioni verso il Gianicolo, i parrocchetti dal collare scendono verso l'ingresso dell'Orto, ma in linea di massima i primi stanno in basso con le palme e le fontane, gli altri con gli alti pini e il boschetto mediterraneo. I secondi li abbiamo trovati un par di volte a far consessi, riunioni, assemblee; una volta su una grande quercia, che quest'anno sta producendo una pioggia di ghiande bellissime (non credo che loro siano lì per questo; è il mio motivo). La libellula è una Crocothemis erythraea femmina dal corsetto d'oro, quella libellula i cui maschi sono vivamente scarlatti; abbiamo visto parecchi inseguimenti coniugali, con gare tra contendenti e fughe delle signore, forse aiutate anche dal diventare, con questo loro colore, facilmente invisibili. Quando ci sono fichi li voglio, li trovo dono degli dei. E se sono duri e insipidi? Li faccio diventare fichi, succosi, stillanti, buoni, a tutti i costi. Così fu in tal caso: Fichi al forno con formaggio di capra e marmellata di fichi, ovvero li ho drogati e li ho fatti passare nel fuoco. Sucesso pieno: sono diventati dei magnifici, veri fichi.

Fichi: i succitati sassi furono spuntati, rifilato ne fu il fondo, e furono tagliati in quattro quasi fino alla base. 

Li poggiai affiancati in una teglietta coperta di carta da forno.

Ci infilai dentro un pezzetto di sapido e cremoso formaggio di capra piemontese, molto francese.

Poi una goccia di marmellata di fichi.

Quindi metà noce pecan, come una gentile pugnalata.

Spolverata di pepe selvaggio del Madagascar (fa resuscitare i morti).

Un giro d'olio d'oliva.

Forno a 180° per 20'.

Accompagnarono del culatello.  









1 commento:

GufettaSiciliana ha detto...

Mamma mia! Senza parole!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...